Среда, 24 Июля, 2019

Carige: Fitd convertirà il bond

Carige Maccarone Carige, Maccarone: "Lunedì cda per la conversione del bond di 138 milioni"
Quartilla Lauricella | 11 Июля, 2019, 13:53

In tutto questo, l'unico punto fermo è il ruolo di doppio pivot da parte del fondo volontario (che è pronto a convertire i 315 milioni di euro del bond subordinato già sottoscritto) e del Fitd: quest'ultimo soggetto sarà di fatto il vero backstop di sicurezza di tutta l'operazione, visto che dovrà coprire eventuali ammanchi derivanti dagli altri soggetti che parteciperanno all'operazione.

Per quanto riguarda invece la richiesta di chiarimenti che il Fondo avrebbe inoltrato alla Malacalza Investimenti, primo socio di Carige con il 27,7% considerando anche le partecipazioni detenute direttamente da Vittorio Malacalza, Maccarone ha solo spiegato di aver avuto dei contatti con l'imprenditore: "È importante che voti sì all'aumento di capitale in assemblea".

Non è stato possibile avere un commento dal Tesoro.

Nel frattempo, UniCredit e la banca regionale Bper Banca si sono fatti avanti offrendo di assumere Carige se la SGA "bad bank" statale del paese accetta di assumere fino a 12-13 miliardi di euro in prestiti inaciditi, dicono le fonti.

Carige: dopo Bper anche Unicredit la vuole a 1 euro?

L'ad di Unicredit, Jean Pierre Mustier ha dichiarato da tempo di essere disponibile a intervenire in Carige ma in una "soluzione di sistema" e "su basi eque e proporzionali".

Il bond sarà convertito in equity e il Fondo fornirà ulteriori 200 milioni di euro.

L'ad di Bper, Alessandro Vandelli, non esclude infatti di valutare l'acquisizione di Carige a patto che l'operazione non abbia impatti sul capitale, come fu fatto per il salvataggio delle banche venete da parte di Intesa.

A pochi giorni dal termine previso per presentare un piano di salvataggio alla Bce, prende campo l'ipotesi di un intervento tra investitori privati come la holding della Bcc Cassa Centrale Banca e due banche pubbliche come il Credito Sportivo e il Mediocredito Centrale. Non è da escludere che in settimana possano tenersi nuovi incontri tra ministero dell'Economia, Banca d'Italia ed esponenti della maggioranza per decidere se dare un eventuale via libera all'operazione.

Altre Notizie