Среда, 24 Июля, 2019

Carne di pollo vegetale: la versione vegan dalla farina di piselli

Carne di pollo coltivata, ottenuta dalle proteine vegetali - Salute & Benessere Ecco la carne di pollo vegetale (fatta in realtà coi piselli)
Moreno Priola | 10 Июля, 2019, 14:38

Insomma, nelle intenzioni dei suoi creatori il planted chicken è un prodotto alimentare rispettoso dell'ambiente e degli animali, in grado di soddisfare anche chi non vuole rinunciare al gusto e alla consistenza della carne.

Carne di pollo 'coltivata': si chiama planted chicken e l'ha ottenuta una startup del Politecnico di Zurigo per dare un aiuto all'ambiente, basandosi su un mix di proteine derivate dalla farina di piselli.

A realizzarla è una start up del Politecnico di Zurigo, che è riuscita, partendo dalla farina di piselli, a riprodurre quasi perfettamente consistenza e caratteristiche della carne di pollo.

Usufruendo di fondi dedicati del Politecnico di Zurigo, Böni, insieme ai colleghi Pascal Bieri e Eric Stirnemann, ha messo in piedi la propria startup, alla ricerca della ricetta vegetale perfetta da offrire come alternativa alla carne.

E sebbene la carne bovina sia la più inquinante di tutte perché l'allevamento di questi animali comporta un maggiore utilizzo di acqua, terra e concime azotato, gli allevamenti intensivi di polli non sono comunque ecologici. Lì aveva notato che le proteine della rapa hanno la forma di lunghi filamenti che, schiacciati, possono assorbire grandi quantità di acqua. Gli allevamenti sono responsabili di una buona quota delle emissioni di gas serra a livello globale, richiedono grandi quantità di acqua e di terreno sia per gli animali in sé sia per coltivare il foraggio a loro destinato, facendo un largo uso di prodotti chimici (pesticidi e fertilizzanti). Ispirato da questo, Böni ha mescolato una farina di proteine di piselli con acqua creando un impasto simile a quello della pasta. L'impasto così ottenuto è stato cotto e poi pressato in modo da ottenere una struttura fibrosa. La 'carne' vegetale ha un colore biancastro ed è molto somigliante al petto di pollo a fette. "E senza scendere a compromessi in fatto di sapore. Un prodotto che soddisfi anche la dimensione culturale del consumo di carne, cioè che piaccia al palato" - ha aggiunto Boni. Arriva dai laboratori della startup Planted dell'ETH Zurich, in Svizzera, l'alternativa vegana al pollame. Per adesso è servita in una decina di ristoranti di Zurigo.

Grazie alla tecnologia, che permette di regolare la lunghezza delle fibre delle proteine, potrebbe essere possibile emulare diversi tipi di carne animale, dal manzo al pesce.

Altre Notizie