Среда, 24 Июля, 2019

Dimissioni ambasciatore britannico negli Usa dopo crisi con Trump

Londra imbarazzata da pubblicazione documenti diplomatici riservati contro Trump Trump apre la crisi diplomatica con Londra dopo insulti dell'ambasciatore Uk in Usa: inguaiato da un dossier riservato
Evandro Fare | 11 Июля, 2019, 07:53

Le critiche di Trump nei confronti di Darroch sono state così dure che l'ufficio della prima ministra britannica Theresa May ha dovuto difendere il proprio ambasciatore esprimendo dissenso per i giudizi del presidente americano e dispiacere per la fuga di notizie.

In una lettera inviata a Simon McDonald, segretario generale del ministero degli Esteri, Darroch scrive: "Fin dal leak di alcuni documenti ufficiali di questa Ambasciata vi è stato un gran flusso di congetture sulla mia posizione e sulla durata del mio mandato di ambasciatore, congetture a cui intendo mettere fine". "La situazione attuale - prosegue - rende per me impossibile svolgere il mio ruolo come vorrei. Credo che nelle circostanze correnti il percorso più responsabile sia quello di nominare un nuovo ambasciatore".

Dimissioni ambasciatore britannico Usa - Kim Darroch, ambasciatore del Regno Unito a Washington, che è stato al centro di una bagarre diplomatica per aver criticato Donald Trump, ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico.

Theresa May lo aveva difeso e aveva ribadito il suo sostegno al diplomatico. "Non conosco l'ambasciatore ma negli States non è amato e considerato. Non tratteremo più con lui", ha twittato Trump. Nonostante Trump abbia sempre definito "notizie false" quelle su lotte intestine nella sua amministrazione per Darroch tali notizie sarebbero invece credibili: "Le storie su lotte all'arma bianca nella Casa Bianca sono, a nostro avviso, per lo più vere, provenienti da molteplici fonti e confermate dai nostri stessi contatti con la Casa Bianca: si tratta di un ambiente disfunzionale unico".

"Ho provato a dire a Theresa May come portare avanti il negoziato (sulla Brexit, ndr), ma lei ha voluto procedere con il suo modo stupido e non è riuscita a ottenere nulla".

Insomma, insulti senza fine da parte del presidente degli Stati Uniti, ai quali Hunt ha risposto per le rime citandolo, pur senza improperi: "Questi tuoi commenti contro il mio primo ministro e il mio Paese sono sbagliati e irrispettosi".

Darroch ha 65 anni e una lunga carriera diplomatica alle spalle: nei suoi precedenti incarichi era stato consigliere del primo ministro britannico per gli affari europei e in seguito rappresentante del Regno Unito presso l'Unione Europea. Ha pubblicato in italiano, inglese e francese per il magazine Cafébabel.

Altre Notizie