Venerdì, 28 Febbraio, 2020

Juve: Sarri, vanno tagliati 6 giocatori

Sarri Juve: Sarri, vanno tagliati 6 giocatori
Iona Trifiletti | 12 Agosto, 2019, 13:07

Avete idea della rosa della Juve? Dobbiamo tagliare sei giocatori dalla lista Champions della rosa attuale, questo ci mette in difficoltà. Magari abbiamo soluzioni in testa, ma se il mercato non ci viene incontro è inutile averle in testa.

L'allenatore quindi spiegherà questa nuova situazione a Paratici nel vertice di Stoccolma, consapevole del fatto che si continueranno a valutare -e qui il terzo problema- nuove offerte per uno dei due difensori centrali: stiamo parlando di Rugani e Demiral, con il primo che, dopo aver fatto sfumare l'Arsenal, sarebbe intenzionato a rimanere così come il secondo, neo acquisto dal Sassuolo. Con la squadra in condizione bisogna vedere quanto riusciamo a riempire l'area.

Maurizio Sarri è soddisfatto, malgrado il risultato. Posso anche averlo fatto, poi però c'è il mercato che può andare in una direzione diversa. Sei vanno tagliati, dipende dal mercato.

Un quadretto niente male, che dimostra una volta per tutte che la posta in gioco di Lukaku alla Juventus per Dybala e Mandzukic non era solo rompere le scatole all'Inter o prendere un signor giocatore ma la panacea per il bilancio bianconero, lasciando all'Inter la gatta da pelare Icardi. Ma la grande stampa nazionale sembra non accorgersene, leggendo i resoconti odierni sembra che nessuno di loro abbia avuto un cannocchiale per guardare le stelle (bianconere) che cadono, ferme a suonare le campane ed elevare peana per la magnificenza dell'astuzia bianconera dimostrata gettando l'ancora di salvataggio alla Roma cosicchè Pallotta e Petrachi potessero avere il coltello dalla parte del manico per trattare la cessione di Dzeko. Mentalità? Nel primo tempo ho visto quel che in Asia non avevo visto da un punto di vista tecnico. Abbiamo fatto un buon giro palla, siamo stati padroni per lunghi periodi. Io di solito non ci arrivo pronto. Un tecnico nuovo, proveniente dall'estero, alla sua prima esperienza in vero top club mondiale, messo di fronte a criticità gestionali che non rientrano nelle sue competenze ma di cui li subisce tutti gli effetti negativi. Costa è un giocatore adatto a ogni tipo di calcio. L'ho visto bene, deve aver sofferto la sfortuna dell'anno scorso e sta lavorando a un livello di determinazione e voglia smisurato. "Se continua con questo atteggiamento e entra ancora più in forma - conclude -, è un giocatore che può decidere le partite".

Altre Notizie