Giovedi, 12 Dicembre, 2019

Vecchioni canta Bella Ciao al concerto e improvvisa mini comizio, il sindaco leghista: professionalità zero, vergognati

Ira di Simone Angelosante per il discorso di “pro migranti” di Roberto Vecchioni durante il concerto ad Ovindoli Vecchioni canta Bella Ciao al concerto e improvvisa mini comizio, il sindaco leghista: professionalità zero, vergognati
Calogero Calderone | 13 Agosto, 2019, 08:51

Il concerto del cantautore milanese del fine settimana ha scatenato il sindaco del comune in provincia dell'Aquila.

Il sindaco leghista ha infatti definito Vecchioni, in un post sui social, come un "comunista radical chic" accusandolo di aver avuto "professionalità zero" in riferimento al "comizietto elettorale pro invasione" che il cantante ha intonato sul palco marsicano.

Decisa la reazione di dissenso del primo cittadino, Simone Angelosante, esponente della Lega e consigliere regionale, che ha parlato di un'iniziativa "di cattivo gusto".

"Sono convinto che un sindaco non possa esprimersi con un linguaggio così ingannevole e insultante", precisa Mario Casale, "un sindaco deve avere la capacità e la responsabilità di rappresentare al meglio tutta la cittadinanza, per onorare la carica che ricopre e se stesso".

"Perché piuttosto, nessun esponenente leghista e in generale fascisteggiante non prende mai posizione quando si prendono posizioni contrarie alle leggi italiane o si picchiano italiani che la pensano diversamente? "Bella ciao" è una rappresentazione della nostra storia, la Costituzione, con quell'articolo 10 che non piace ai razzisti, ne è l'essenza", chiude il presidente dell'Anpi di Pescara Nicola Palombaro.

Il Comitato Feste 2019 di Ovindoli, che ha organizzato l'evento, ha preso immediatamente le distanze sia dalle parole di Vecchioni che da quelle del sindaco Angelosante.

Il concerto in piazza San Rocco è una tappa de "L'infinito Tour" che il cantautore sta tenendo nelle principali città e piazze italiane. È come se un medico nel curare un malato gli facesse un comizio. "A noi piace solo la buona musica".

Questa mattina, in una nota, è entrata a gamba tesa nella polemica anche la deputata del Pd Stefania Pezzopane: "La Lega ormai ha un vero è proprio delirio di onnipotenza, e arriva a censurare i concerti".

Una scelta che non sarebbe stata molto gradita né al pubblico presente, e men che meno al sindaco leghista di Ovindoli, Simone Angelosante. Simone Angelosante, si inalbera per cose che Vecchioni dice da anni e si scandalizza per Bella Ciao!

Altre Notizie