Вторник, 17 Сентября, 2019

CNH Industrial, non solo spin-off: i cinque punti del nuovo piano industriale

Spezzatino Fiat: anche Iveco destinata allo scorporo? Iveco, ipotesi spin-off: i sindacati chiedono un confronto
Quartilla Lauricella | 05 Сентября, 2019, 23:03

Il gruppo "On-Highway" di nuova quotazione, con un fatturato di 13,1 miliardi di dollari, comprendera' i marchi di veicoli commerciali Iveco, Iveco Bus e Heuliez Bus (69% dei ricavi), insieme alle attivita' motoristiche di FPT Industrial (31% dei ricavi). La notizia è stata annunciata durante il Capital Markets Day a New York.

Le attività saranno divise in parte agricola e difesa, definita "off-Highway" (Case Ih, New Holland agriculture, Steyr, Case, New Holland Construction, Astra, Magirus, Iveco defence Vehicles). Si dice inoltre che questo scorporo non sarà nemmeno l'ultimo relativo alla galassia delle società appartenenti alla Famiglia Agnelli. L'operazione - che fa parte del piano "Transform 2 Win" - prevede entro il 2024 investimenti per 13 miliardi (sempre in valuta americana) e un incremento medio dei ricavi del 5% annuo. Nasceranno due gruppi globali - uno per veicoli commerciali e motori, l'altro per segmenti agricoltura, costruzioni e veicoli speciali - entrambi quotati, con sede legale ad Amsterdam e fiscale in Gran Bretagna.

Un investimento finanziario iniziale quantificato in un quarto di miliardo di dollari pari a circa 228 milioni di cui 100 milioni di dollari pronta cassa e 150 per servizi e tecnologie.

A sei anni dall'integrazione di camion e trattori in Cnh si torna a separare le attività. Sulla base di un accresciuto focus manageriale, le due aziende accelereranno i rispettivi processi di innovazione, saranno più agili in termini di pensiero strategico e parteciperanno attivamente al processo di consolidamento di settore. Le indiscrezioni sullo spinoff di Iveco nei giorni scorsi avevano messo sull'allerta i sindacati, che ora vogliono più informazioni: è "un fattore che può essere positivo", ha commentato il segretario generale di Fismic Confsal Roberto Di Maulo, che ha sottolineato gli obiettivi finanziari e produttivi "molto ambiziosi", mentre per la Fiom è necessario un confronto sul piano industriale e occupazionale, come chiesto dal segretario Michele De Palma. Con la scissione, spiega una nota "si "realizzeranno azioni di ristrutturazione mirate". Continuerà però a offrire il nuovo crossover compatto a trazione integrale Fiat 500X di design italiano, la Fiat 124 Spider roadster e la Fiat 500L cinque posti.

Altre Notizie