Вторник, 17 Сентября, 2019

Due pesi e due misure? Ruotolo e Borrometi denunciano Feltri all’Odg

Vittorio Feltri “Nuovo Governo uno zoo di terroni”: Feltri denunciato a Salerno
Evandro Fare | 10 Сентября, 2019, 21:54

Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi vs Vittorio Feltri, parte seconda: i due giornalisti hanno presentato nuovamente al Consiglio di disciplina dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia una denuncia contro il patron di Libero, accusato di incitare all'odio contro i meridionali.

L'Associazione Socio Culturale "La Nostra Libertà" insieme con MESPI in mattinata hanno depositato presso la Procura della Repubblica di Salerno la denuncia querela contro "Libero" e il suo direttore Vittorio Feltri per le gravissime affermazioni contenute nell'editoriale del 5 settembre, ove fu utilizzata l'espressione offensiva "uno zoo di terroni" nei confronti degli italiani del meridione. Lo annuncia Ruotolo con un tweet.

Il riferimento è in merito ad un articolo sul nuovo Governo dal titolo "Peggio di così non poteva capitarci". Scrivono i due giornalisti: "Si tratta di una frase evidentemente razzista dove i meridionali vengono appellati esplicitamente con l'aggettivo di 'terroni' e implicitamente come animali, visto il riferimento allo zoo".

Ruotolo e Borrometi chiedono al Consiglio di Disciplina dell'Odg della Lombardia di aprire un procedimento alla luce del fatto "che al punto b dell'art".

Feltri ha risposto ai due giornalisti, dopo che nel pomeriggio di ieri si era diffusa la notizia della denuncia all'ordine dei giornalisti della Lombardia.

Agenpress. Come sapete, io e Paolo Borrometi, giornalisti e figli della bellissima terra del Sud del nostro Paese, sosteniamo che nell'era dell'odio e del rancore (stagione che speriamo rapidamente di lasciarci alle spalle) un giornalista pur libero di esprimersi non deve oltrepassare il limite. "Non capisco quale sia il problema, so che non hanno simpatia per me ma facciano quello che vogliono", dice. "'Terrone' è un termine che viene usato per sfottere, e io lo uso in questo senso; ha anche un significato denigratorio ma io non ho mai denigrato alcun meridionale, ormai nessuno più ce l'ha con i meridionali", sottolinea Feltri. "Non ho mai sentito, neanche da Conte, un programma per il rilancio del Sud".

Altre Notizie