Вторник, 17 Сентября, 2019

Pensione quota 100: nuove regole

Salvini Se aboliscono Quota 100 è una truffa Pensione quota 100: nuove regole
Evandro Fare | 10 Сентября, 2019, 17:01

Si potrebbero creare nuovi esodati, con lavoratori che probabilmente si sono già accordati per la cessazione del loro rapporto di lavoro perché nel 2020 centreranno i requisiti per la quota 100.

L'intento, con la pensione di garanzia, è quello di rendere cumulabile il basso trattamento che matureranno tra 20-30 anni i giovani nati dagli anni '70 in poi, poiché interamente a sistema contributivo, con assegni di tipo sociale, o con altri strumenti di sostegno al reddito, per le fasce più povere.

Chi esce con quota 100 non può lavorare (è permesso solo il lavoro autonomo occasionale con compensi sino a 5000 euro annui) sino al compimento dell'età per la pensione di vecchiaia, ad oggi pari a 67 anni.

Sono quasi 176 mila (175.995) le domande presentate all'Inps per accedere alla pensione anticipata con Quota 100 (almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi), fino al 6 settembre.

Andiamo quindi a conoscere quali sono le ultime novità sulla riforma pensioni nella Legge di Bilancio 2020.

Pensione di garanzia cos'è e come funziona: La misura è allo studio del Partito democratico già da diverso tempo ed è stato affrontato prima col governo Renzi e poi con quello di Gentiloni, senza però arrivare mai ad una proposta concreta.

Nasce un nuovo governo, si riapre il capitolo pensioni.

Quota 100 è la politica introdotta dallo scorso governo gialloverde finita nei tavoli dei tecnici del Pd e del Movimento 5 stelle.

Quota 100: possibile che venga fissata una nuova scadenza al 2020?

Parlando alla Camera, il premier Conte ha chiaramente confermato che tutti e 29 i punti del programma di governo resi noti saranno attuati, specificando che ai 26 punti iniziali ne sono stati aggiunti altri 3 e tra questi 29 punti figura anche la proroga dell'opzione donna anche per il 2020. Opzione donna anticipa ancora l'età pensionabile consentendo alle lavoratrici un anticipo ancora più largo ma con un costo a carico delle pensionande. È evidente che meno anni di contributi si accumulano, meno alto è il montante dei contributi, meno si percepisce di pensione. Dunque per molti, la quota 102 potrebbe andare comunque bene, consentendo di accumulare ancora contributi che hanno un effetto sull'importo finale dell'assegno. Ricordiamo che con il governo Lega-M5S il piano era di tenere quota 100 per tre anni in vista poi dell'introduzione di quota 41 per tutti.

"Il tema pensioni deve entrare fra le priorità del nuovo Governo e il programma presentato dal Presidente incaricato sul tema previdenziale è del tutto insufficiente e lacunoso, oltre che incomprensibile per alcuni aspetti", questo il giudizio del segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, responsabile previdenza della confederazione di corso d'Italia, intervistato da Pensioni per tutti.

Nessun riferimento è stato fatto invece alla quota 41 per tutti, nonostante si tratti di un tema particolarmente importante.

Altre Notizie