Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Commisso: "Voglio realizzare uno stadio nuovo anche fuori Firenze"

Commisso: «Il nuovo stadio? Si può fare anche fuori Firenze» Commisso: «Voglio portare la Fiorentina a vincere e avvicinare la Juve»
Iona Trifiletti | 08 Ottobre, 2019, 22:07

Lunga intervista rilasciata da Rocco Commisso a ViolaNation. Sfortunatamente, c'è molto lavoro da fare anche sul fronte burocratico.

"E' stato sorprendente - ha aggiunto Commisso - dato che se ne è parlato della questione per una ventina d'anni". L'ho detto dal primo giorno.

Sulla possibilità di riqualificare il Franchi, Commisso ha spiegato: "Rifare il Franchi è troppo impegnativo". La migliore soluzione sarebbe che mi dessero l'opportunità di costruire in una nuova posizione in modo tempestivo e veloce.

A che punto siamo con i progetti per la costruzione del nuovo stadio? "Io ho due priorità: i tifosi e i ricavi". Voglio che i supporters della Fiorentina siano riparati dagli elementi atmosferici mentre guardano la partita. Non voglio che si bagnino a gennaio e febbraio e non voglio che cuociano sotto il sole a maggio ed agosto. Il loro comfort è importante per me.

A cosa pensate per la progettazione del nuovo stadio?

L'imprenditore americano fa un paragone importante: "La Juventus è a 500 milioni di fatturato contro i nostri 100". Il nuovo stadio, visti i molti tifosi che arrivano da tutto il mondo, potrebbe essere una meta turistica. "E' impossibile costruire una squadra vincente se non aumentiamo in maniera esponenziale le nostre entrate". Queste entrate aggiuntive non andrebbero in tasca mia. "Non ho comprato la Fiorentina per fare soldi ma per portare il club a vincere".

Sullo stadio fuori dal Comune di Firenze: "Confrontate la nostra situazione a Firenze con Manhattan". Non possediamo nessuna delle proprietà in cui ci alleniamo.

Il Centro Sportivo? "Abbiamo bisogno di un centro coordinato per tutte le squadre". L'ultima battuta poi è per il centro sportivo: "Si tratta solo di acquistare i terreni e poi andremo avanti, sarà un centro all'avanguardia". Stiamo parlando di terreni in cui potremmo avere almeno dieci campi.

Altre Notizie