Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Pensione anticipata donne: Opzione donna e novità 2020

Immagine di copertina Credit ANSA STRINGER
Quartilla Lauricella | 08 Ottobre, 2019, 15:52

La maggioranza delle domande (poco meno di 79mila) è giunta da persone tra i 63 e i 65 anni, mentre i 62enni che hanno chiesto di uscire dal mercato del lavoro con Quota 100 sono stati 71.831.

I sindacati, infatti, auspicano che il confronto con il governo, come già del resto dichiarato dal premier Conte qualche settimana, possa andare effettivamente avanti in maniera concreta per arrivare ad accordo su alcune ulteriori misure che potrebbero rientrare nella prossima Manovra.

Il sito PMI.it, sempre bene informato in materia, ci informa che correremo il rischio scalone nel 2021, a fine sperimentazione quota 100, con l'innalzamento immediato dei requisiti per andare in pensione di cinque o sei anni.

Pensione anticipata donne: cos'è l'opzione donna? Staremo a vedere se questa idea su cui il governo sta ragionando diventerà legge quando sarà ufficializzato il documento di bilancio 2020. Se consideriamo che la pensione è calcolata interamente con il metodo contributivo, e quindi tenendo conto esclusivamente dei contributi maturati dal lavoratore, è ovvio che questo requisito limita l'accesso alla pensione anticipata a coloro che hanno avuto una carriera senza interruzioni e caratterizzata da una retribuzione medio-alta. Continuano invece a conteggiarsi gli scatti per la maturazione della pensione di vecchiaia.

Leggi le novità sulla riforma delle pensioni 2020 per quanto riguarda la Opzione donna proroga 2020, la Quota 41 e la Quota 100 pensioni. "Con lo stesso clima costruttivo che si è respirato, ferma restando la sperimentazione triennale di Quota 100, venerdì pomeriggio al ministero del Lavoro si aprirà il tavolo sulle pensioni".

Opzione donna proroga 2020: Tra le tante misure che saranno introdotte dalla Legge di Bilancio 2020, c'è anche la proroga Opzione donna 2020, il regime agevolato che consente alle donne lavoratrici di andare in pensione prima.

all'AGO, Assicurazione generale obbligatorie e ai fondi sostitutivi ed esclusivi della stessa, (lavoratrici dipendenti settore privato, pubblico e lavoratrici autonome), in possesso di contribuzione utile.

Opzione contributivo donne quanto si perde?

La finestra di attesa, a scelta del lavoratore, si può lavorare oppure no, con la consapevolezza che se si interrompe l'attività lavorativa al compimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi per 3 mesi non si percepirà nè lo stipendio nè la pensione.

Il sistema di calcolo assegno pensione Opzione donna, utilizzato è quello del sistema contributivo della pensione, per cui, la donna lavoratrice che accetta di andare in pensione anticipata rispetto alle regole ordinarie, descritte nei paragrafi precedenti, è quello di rinunciare alla parte di calcolo dell'assegno con il sistema retributivo.

Altre Notizie