Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Tony Colombo: "Ho dei video in cui si vedono i poliziotti presenti"

Nozze trash indagato fratello de Magistris Matrimonio di Tony Colombo con Tina Rispoli
Calogero Calderone | 09 Ottobre, 2019, 09:54

Parliamo del famoso caso delle nozze trash - che si sono tenute all'indomani del concerto - tra il cantante Tony Colombo e Tina Rispoli, vedova del boss degli scissionisti Gaetano Marino, ucciso in un agguato. La vicenda risale allo scorso 26 marzo, quando quello che era qualificato come flash mob diventò un vero e proprio concerto in piazza sul quale anche la Polizia municipale di Napoli aveva aperto le indagini, acquisendo i tanti video pubblicati sui social network. Siamo indagati perché la magistratura vuole controllare se i permessi siano reali perché il fratello del sindaco e tutte le persone che lavorano con il sindaco continuano a sostenere di non aver mai saputo nulla.

In studio a Pomeriggio 5 da Barbara D'Urso, ecco Tony Colombo con la moglie Tina Rispoli. Un concerto abusivo in piazza Plebiscito aveva fatto da anteprima del matrimonio, mentre i due sposi erano stati accompagnati da un corteo con carrozza e cavalli da Secondigliano fino al Maschio Angioino.

Dagli atti sequestrati dai magistrati risulterebbe però che la richiesta di disponibilità di piazza del Plebiscito era da intendersi dalle 18.30 alle 23, circostanza che, secondo l'accusa,"escludeva implicitamente la natura estemporanea dell'evento". Questo avrebbe procurato a Tony Colombo "un ingiusto vantaggio patrimoniale" potendo svolgere una manifestazione musicale senza le autorizzazioni imposte dalla legge. Non avrebbero disposto l'interruzione della manifestazione musicale, pur avendo la stessa "travalicato i limiti di mero flash mob e risultando non autorizzata".

Adesso, l'obiettivo dei Militari dell'Arma è riuscire a far luce su una vicenda che ha sconvolto molti di noi, oltre a danneggiare l'immagine della nostra città. Gli indagati sono 9 in tutto: tra loro, anche il fratello di Luigi de Magistris.

Le altre persone iscritte nel registro degli indagati sono: Sarah Terracciano, presidente della Commissione pubblico spettacolo del comune, Mafalda Fasanella, della segreteria del sindaco, Sabina Pagano, comandante della polizia municipale del quartiere Chiaia, il capitano Giovanni D'Ambrosio e altri due agenti.

Altre Notizie