Mercoledì, 08 Aprile, 2020

Uomo denuncia Apple: "Mi ha fatto diventare gay"

Applicazioni • Curiosità • Tech		Uomo denuncia Apple “Un’app mi ha fatto diventare gay”	2 giorni ago Ray Jackson2 Min lettura Applicazioni • Curiosità • Tech Uomo denuncia Apple “Un’app mi ha fatto diventare gay” 2 giorni ago Ray Jackson2 Min lettura
Evandro Fare | 07 Ottobre, 2019, 13:25

Il denunciante, infatti, afferma di aver scaricato un'applicazione di criptovaluta dall'Apple Store, ma di aver ricevuto, anziché i bitcoin richiesti, 69 "GayCoin".

La singolare storia arriva dalla Russia dove un uomo, che desidera restare anonimo, ha deciso di portare in tribunale l'azienda di Cupertino per "danno morale".

Secondo lo stesso sito web del tribunale di Mosca, l'audizione per questo caso è stata fissata al 17 ottobre. Tutta colpa di un misterioso annuncio pubblicitario targato GayCoin, che prometteva 69 gettoni (un GayCoin vale circa 2 centesimi).

Fin qui si potrebbe pensare ad una burla o ad una truffa da parte di ignoti, anche perché il messaggio allegato in inglese diceva: "Non giudicare se non hai provato prima".

Il nome dell'app in questione non è stato reso noto, ma pare si tratti di un software che permette di effettuare e ricevere pagamenti in criptovalute.

Nel documento, l'uomo sostiene di essere stato influenzato da questa nota, ed ha "deciso di provare relazioni omosessuali". Ora ho un fidanzato e non so come spiegarlo ai miei genitori, la mia vita è cambiata in peggio e non tornerà mai normale. "Apple, manipolandomi, mi ha spinto all'omosessualità", afferma l'uomo, affermando che la sua attuale situazione gli provoca "sofferenza morale" e la situazione rappresenta un "danno psicologico".

Il legale dell'uomo, Sapijat Gousnieva, riferisce che il caso è "grave" e che il suo cliente è "spaventato e sofferente". Aggiunge anche che "Apple è responsabile dei suoi programmi, di ciò che offrono", indicando che il suo cliente "aveva precedentemente una relazione stabile con una donna". I rappresentanti in Russia di Apple non hanno ancora risposto.

Nel 2016 lo stesso avvocato è diventato famoso per aver difeso uno studente che aveva presentato una denuncia contro McDonald's: si era ferito alla guancia con una lisca di pesce mentre mangiava un piatto comprato in un fast food della catena Usa.

Altre Notizie