Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Verdone: 'spero che le sale non muoiano mai'

VERDONE Rai Due, scontro in diretta tra Carlo Verdone e Alessandro Haber: "Hai lavorato con cani e porci"
Calogero Calderone | 09 Ottobre, 2019, 10:23

Alle 21.30, al cinema Roma (via Laudesi, 6) Verdone presenterà al pubblico il film cult "Compagni di Scuola", che nel 1988 lo consacrò regista e attore popolare e autentico e sceneggiato proprio da "toscani" come Piero de Bernardi e Leonardo Benvenuti. "Qui c'è la storia della locomotiva e dei vagoni". Ha anche presentato il nuovo numero della rivista "Inland" (Bietti Editore) dedicata proprio a lui. Soprattutto oggi che si consuma tutto con grande rapidita'. Oggi, per un attore, e' difficile entrare nel cuore delle persone. Perché Carlo Verdone non è stato solamente un ospite d'eccezione della quinta versione di questa manifestazione ma anche il punto di approdo da cui ripartire per misurare le proprie ambizioni.

Poi l'attore e regista romano ha aggiunto "Ognuno se lo guarda come vuole, ma il cinema, con il suo racconto, ha ancora più anima delle serie tv". "Nelle serie girano 15 minuti al giorno e c'è molta post-produzione. Molte serie sono scritte benissimo, ma il cinema d'autore è un'altra cosa".

Sulla sua carriera da regista ha raccontato "ho cominciato con Sergio Leone e mi hanno insegnato cosa vuol dire sceneggiare un film".

Verdone ha riempito le sale dove è stato ospite, è stato oltremodo generoso nel darsi al pubblico di una città (dina) che lo ha letteralmente stretto a se in un abbraccio stracolmo d'amore e sincero affetto, ha messo alla prova l'organizzazione di un evento che timidamente si affaccia al mondo. "Ogni film mi e' servito per affrontare quello dopo con maggiore concentrazione e coraggio". Serve prendere un gradino male. "Io non mi ritengo grande autore, scrivo commedie, ma ho sempre lavorato con serietà". Quindi ben venga una proposta non comica, magari un film drammatico ma deve essere consistente e venire incontro alle mie corde. Sei una merd**', queste le parole dell'attore che ha fatto notare a Verdone di non averlo mai chiamato in qualche suo film, nonostante abbia chiamato tanti attori.

Altre Notizie