Lunedi, 06 Luglio, 2020

Renault Clio 2020 introduce gli aiuti di guida ADAS livello 2

Renault svelata la nuova Clio Rally Renault Clio 2020 introduce gli aiuti di guida ADAS livello 2
Quartilla Lauricella | 15 Dicembre, 2019, 15:24

Dal 2013 è leader del segmento B in Europa e anche in Italia si attesta da anni come l'auto straniera più venduta e nel 2018, per la prima volta, seconda assoluta.

La mobilità del futuro è connessa, elettrica e a guida autonoma.

Nel piano del marchio automobilistico francese, rientra anche la Clio E-Tech full hybrid, un'auto che proporrà contenuti inediti nell'immediato futuro. Nuova CLIO esprime perfettamente questa caratteristica grazie al nuovo sistema multimediale connesso EASY LINK sviluppato dall'Alleanza.

- Autonoma: entro il 2022, il Gruppo Renault commercializzerà 15 modelli dotati di tecnologie di guida autonoma. Nuova CLIO sarà pioniere nella democratizzazione dei dispositivi di assistenza che portano alla guida autonoma su una city car.

Se di serie su nuova Clio troviamo, già a partire dall'allestimento di ingresso, la frenata automatica d'emergenza e il Lane Keeping Assist con Lane Departure Warning, l'utile sistema che mantiene la vettura all'interno della corsia, in optional sull'allestimento top di gamma che abbiamo potuto provare (RS Line con motore TCe 1.3 benzina da 130 CV e cambio automatico EDC) troviamo il nuovo Highway and Trafic Jam Companion, sistema che eravamo soliti trovare su segmenti ben superiori. Uno dei più immediati e importanti è senza alcun dubbio il cruise control adattivo, sempre più diffuso nel mondo automotive, che oltre a tenere la velocità prescelta si occupa anche di mantenere una certa distanza dall'eventuale auto che precede, arrivando addirittura a fermarsi completamente e a ripartire automaticamente in caso di traffico congestionato. Il dispositivo funziona fino a 160 km/h su strade dove la segnaletica orizzontale (linee continue o tratteggiate) è correttamente visibile. Il sistema Highway and Traffic Jam Companion (autonomia di livello 2) contribuisce anche al miglioramento del comfort di guida, soprattutto per le lunghe tratte, pur richiedendo il mantenimento delle mani sul volante e dello sguardo sulla strada.

In particolare, ognuno dei tre ADAS svolge il proprio compito. Con gli altri tasti si imposta la distanza dai veicoli che precedono (su quattro livelli, distanziati fra loro di circa 20 metri, e sempre visualizzati nel cruscotto) e il mantenimento con centraggio in corsia. Dopo 180 secondi di inattività, si disattiva da solo. Con la scelta di guidare o di lasciarsi guidare. Con veicoli che non saranno più prodotti isolati ma parte integrante del loro ambiente.

Symbioz non è stata solo un esercizio di stile perché nel Dicembre 2017, Symbioz Demo Car con guida autonoma livello 4, noto anche come "mind off" è stato testato, anche in presenza di giornalisti italiani, su una sezione di autostrada a nord di Parigi gestendo in completa autonomia il percorso e complicazioni come la presenza di cantieri di lavoro, pedoni e barriere autostradali. Questo per quanto riguarda la guida autonoma di livello 2, ma la Clio può disporre di altre telecamere, quelle tutto attorno all'auto (una nel frontale, sotto al logo, due sotto gli specchietti esterni e una retrocamera nel portellone): servono per la visione a 360°. Nonostante la base di componenti condivisa, sono tre auto da corsa specificatamente progettate per le rispettive specialità.

Altre Notizie