Mercoledì, 08 Luglio, 2020

Conguaglio pensioni 2020: importo ridotto sul conto, niente avviso Inps

Conguaglio pensioni 2020: importo ridotto sul conto, niente avviso Inps Conguaglio pensioni 2020: importo ridotto sul conto, niente avviso Inps
Evandro Fare | 13 Gennaio, 2020, 14:23

Una difesa di Quota 100 e delle sue misure di prepensionamento, che consente di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi.

Infatti, stando alle dichiarazioni di Roberto Panico, rappresentante di Inca-Cgil in Umbria, i pensionati che con l'ultimo Governo Renzi ottennero la restituzione una tantum dei tagli per il blocco delle indicizzazioni del governo Monti, adesso si sono visti bloccare le rivalutazioni 2020 e tagliare gli aumenti perequativi del 2019. Il calcolo dunque terrà conto di quanto versato dal lavoratore e non dell'ultima busta paga. A parti invertite, quando è un cittadino a dovere anche una piccola cifra allo Stato, finisce in una morsa che calcola i minimi interessi sul ritardo. Lo schema che potrebbe essere utilizzato è quello che viene già riservato ad Opzione Donna, l'uscita anticipata per le lavoratrici prorogata per il 2020 con la relazione tecnica che accompagna l'ultima legge di Bilancio.

Sulla carta l'iniziativa sembra poter funzionare, ma esistono delle criticità legate prevalentemente alla riduzione fino al 20-30% dell'importo della pensione per ogni cittadino che dovesse avvalersi di un'ipotetica Quota 102. Il provvedimento originario prevedeva una periodo di soli tre anni in cui Quota 100 sarebbe stata attiva e, pertanto, sarebbe il momento di iniziare a pensare a come comportarsi al termine di questo periodo.

Nel mese di febbraio, fa sapere l'Inps si provvederà a risarcire tutti con un conguaglio in due rate. Di certo il governo dovrà vedersela con i vincoli di finanza pubblica che segnalano l' impatto della maggior spesa nei prossimi dieci anni. Dopo una infinità di solleciti da parte dell'INPS, inevasi perché non eravamo in grado di pagare, nel 2014 avendo io trovato da alcuni anni un lavoro fisso a tempo indeterminato ho preso contatti con INPS per offrirmi di pagare i contributi arretrati, ma mi è stato risposto che erano prescritti e che non c'era la possibilità di recuperarli. Vi è, inoltre, la gestione separata che dà diritto alla pensione e prevede l'iscrizione e il conseguente versamenti dai lavoratori autonomi non iscritti alle categorie sopraindicate.Pensione di vecchiaia: devono essere assicurati dal 31 dicembre 1995 o 1 gennaio 1996 e possedere dei requisiti specifici. Il cantiere previdenziale comunque è ancora aperto e le ipotesi sul campo sono diverse.

Altre Notizie