Sabato, 25 Gennaio, 2020

E' bufera sulla neo ministra Azzolina accusata di aver copiato una tesi

Lucia Azzolina Lucia Azzolina Altro
Iona Trifiletti | 14 Gennaio, 2020, 14:56

È polemica sulla neoministra della Scuola Lucia Azzolina (CHI È) che, secondo un'indiscrezione pubblicata dal quotidiano Repubblica, avrebbe realizzato una tesi all'Università di Pisa nel 2009 riprendendo testi specialistici, con ampi stralci copiati da fonti non citate. "Non ha mai studiato in vita sua e sarebbe strano se le distinguesse", ha affermato il ministro, rispondendo alla richiesta di dimissioni del leader della Lega. Avete vilipeso il vostro Paese dipingendolo come un focolaio di corruzione? Dalla Lega si alza un coro unanime per chiederne le dimissioni, con Salvini che attacca: "Fare peggio del ministro Fioramonti sembrava impossibile".

Quello di Lucia Azzolina, nuovo Ministro della Scuola, può essere considerato un ottimo curriculum: l'esponente siciliana del Movimento Cinque Stelle vanta, infatti, una laurea in filosofia, la specialistica in storia della filosofia ed anche una laurea in giurisprudenza conseguita mentre già insegnava nelle scuole superiori. E invece Azzolina ci stupisce: "si vergogni e vada a casa".

Il neo ministro dell'istruzione, Lucia Azzolina, ha pubblicato un post su Facebook dove ha parlato della sua visita ad Auschwitz, insieme ad alcuni ragazzi delle scuole italiane e all'Unione delle comunità ebraiche: l'occasione era quella di commemorare le vittime dei campi di sterminio. "L'unica cosa che mi dispiace - ha aggiunto - è parlare qui dal viaggio della memoria ad Auschwitz". "Non fatevi prendere in giro, non è né una tesi di laurea, né un plagio".

La nota del partito della Meloni è affidata a Paola Frassinetti, deputato di Fdi e vicepresidente della commissione Cultura e Istruzione della Camera: "Il ministro Azzolina chiarisca immediatamente le indiscrezioni che la coinvolgono venendo quantomeno in Commissione Cultura a riferire e a fornire chiarimenti su questa spiacevole vicenda. D'altra parte - ricorda - l'anno scorso il ministro leghista Bussetti non si è presentato e, a maggior ragione, era importante che io fossi qui, oggi". Ho sentito tantissime sciocchezze in queste ore, d'altra parte non mi stupisce che Salvini non sappia distinguere una tesi di laurea da una relazione di fine tirocinio Ssis (scuola di specializzazione all'insegnamento secondario).

Molinari: "Perché il M5S sta in silenzio?"

"Che la nomina (di Azzolina, ndr) si sarebbe rivelata un disastro per la scuola italiana lo avevamo immaginato - dichiara il leghista -, ma il presunto plagio della tesi di specializzazione aggiunge anche il dolo per aver mentito attribuendosi studi non propri". Un fatto gravissimo, che, se confermato, oltre a gettare lunghe ombre sulla competenza della ministra 5 Stelle, pesa sulla credibilità e l'affidabilità di un rappresentante di questo governo. "Se ha qualcosa da dire Azzolina lo dica, altrimenti chieda scusa e si faccia da parte".

Altre Notizie