Mercoledì, 05 Agosto, 2020

Meningite: morta sedicenne a Reggio Calabria

Meningite: morta sedicenne a Reggio Calabria Meningite: morta sedicenne a Reggio Calabria
Moreno Priola | 07 Gennaio, 2020, 02:54

Il decesso è avvenuto per "Sepsi Meningococcica microbiologicamente accertata", malattia dalla elevatissima mortalità anche quando opportunamente e tempestivamente trattata. La Direzione Aziendale sottolinea che non vi è alcun allarmismo, in quanto il contagio di questa patologia si realizza solo attraverso il contatto stretto con la persona infetta.

L'allarme meningite è stato invece molto forte nel Bergamasco, dove nell'ultimo mese si sono registrati cinque casi di sepsi da meningococco di tipo C, due dei quali costati la vita a Marzia Colosio, 48 anni, di Tavernola Bergamasca ma che viveva a Predore, e a Veronica Cadei, 19 anni, di Villongo.

Nel comunicato la Direzione aziendale, "seppur a poche ore - afferma - da un evento così grave, ritiene doveroso fare chiarezza sulle circostanze che hanno portato al decesso della sedicenne". Le sue condizioni cliniche sono apparse subito critiche e si sono aggravate repentinamente, cosi' come spiega la direzione del Gom, per una "severa insufficienza multiorgano ed una grave coagulopatia da consumo".

I medici e gli infermieri dei reparti di Pediatria, Cardiologia, Rianimazione ed Ematologia hanno prontamente avviato le manovre rianimatorie, che sono state ripetute e prolungate, nonché tutte le necessarie indagini diagnostiche strumentali e di laboratorio. La diagnosi è stata confermata questa mattina, con le conseguenti verifiche del caso.

"La diagnosi è stata notificata stamattina stessa al direttore dell'ufficio Igiene dell'Asp di Reggio Calabria per gli opportuni e consequenziali provvedimenti di verifica e profilassi".

Altre Notizie