Sabato, 25 Gennaio, 2020

Meningite, paura epidemia: vaccinazioni a tappeto nelle scuole e nelle aziende

L'Ospedale Civile di Brescia L'Ospedale Civile di Brescia
Moreno Priola | 06 Gennaio, 2020, 10:53

In totale sono quattro le vittime in poco tempo, con due morti nelle ultime ore che hanno fatto scattare l'allerta, soprattutto per l'ipotesi delle autorità sulla presenza di un portatore sano di meningococco C, che potrebbe essere la causa della diffusione della malattia. Le scuole, quindi, "non chiuderanno assolutamente", ha dichiarato l'assessore. "Siamo in stretto collegamento con il ministero della Salute e con l'Istituto Superiore della Sanità, che ci hanno ringraziato per il lavoro che stiamo svolgendo", ha precisato Gallera. L'Ats e i comuni del lago d'Iseo si sono attivati subito per avviare la profilassi per i parenti - la donna aveva due figli - e per coloro che hanno avuto un contatto con la donna. Prima di tutto Ats e Regione hanno agito con tempestività rispetto ai casi che si sono verificati. Nelle riunioni dei giorni scorsi abbiamo incontrato i sindaci dei Comuni interessati e ascoltato le richieste e le preoccupazioni dei cittadini, fornendo risposte concrete. Venerdì era morta agli Spedali Civili di Brescia Marzia Colosio, 48 anni, che lavorava a Castelli Calepio. Accanto ai primi cittadini del territorio c'erano il prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacci, il Presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli, il direttore di Ats Bergamo Massimo Giupponi e rappresentanti di Asst Bergamo Est. E molti sono quelli che provvedono autonomamente dopo l'acquisto in farmacia. Tra i nati nel 2016 la copertura è del 93 per cento, segno dell'efficacia dell'azione della Regione nonostante il vaccino della meningite non sia più tra quelli obbligatori.

Ha 16 anni il ragazzo diventato il quinto caso di sepsi da meningococco, che sta colpendo i paesini vicini al Lago d'Iseo.

Il timore è che nella zona del lago d'Iseo ci sia un'epidemia di meningite, ma sulla questione è intervenuto l'assessore al Welfare, Giulio Gallera, che ha smentito la falsa notizia della ricerca di un portatore sano. Martedì prossimo a Villongo si svolgerà un nuovo incontro con i sindaci dei Comuni coinvolti per fare nuovamente il punto sulla situazione.

Altre Notizie