Martedì, 18 Febbraio, 2020

Bollo auto, tutte le novità: sconti e pagamenti, le cose da sapere

Bollo auto, batosta per chi noleggia a lungo termine Bollo auto, calcolo e pagamento: la guida
Quartilla Lauricella | 02 Febbraio, 2020, 17:35

Le flotte aziendali ed i veicoli in leasing tornano nel mirino del Governo. Inoltre possono richiedere i dati dei rapporti intercorrenti con Poste Italiane relativi all'anno 2019 e necessari per la presentazione dell'attestazione ISEE (indicatore della situazione economica equivalente).

Per calcolare con precisione il valore del bollo auto da versare è possibile utilizzare i servizi online dell'ACI indicando il tipo di pagamento (prima immatricolazione, rinnovo di pagamento, targa prova, pagamento anticipato, pagamento integrativo, ...), la Regione di residenza dell'intestatario, il tipo di veicolo e la targa. SI rischia il caos.

Questa modifica è stata decisa per mettere fine alla concorrenza fiscale fra le Regioni, a cui spettano i proventi del bollo, perché fino al 31 dicembre l'incasso dell'imposto andava alle regioni in cui hanno sede le società di noleggio. Infatti a Treno la tariffa per il pagamento della tassa di possesso è di 1,96 €/kw mentre ed a Bolzano è poco superiore di 2,05 €/kw.

L'Associazione che in Confindustria rappresenta il settore del noleggio veicoli - Una norma che aumenta la burocrazia e i costi per chi usa l'auto aziendale (150mila clienti tra aziende, privati e PA), che produrrà minori introiti per l'Erario, con il rischio concreto di una forte crescita dell'evasione della tassa automobilistica e di un boom di contenziosi connessi al mancato o non corretto pagamento del bollo.

Come si legge sul sito ACI: "Il servizio calcola l'importo dovuto solo a partire dal 1° giorno del mese successivo a quello di scadenza dell'ultimo bollo pagato". L'esatto contrario del concetto di smart mobility. Per il 2020 sono stimate 3.500.000 operazioni di pagamento. "Un provvedimento nato male e gestito peggio, in totale antitesi con la tanto declamata semplificazione amministrativa, che complica la vita del contribuente - evidenzia Massimiliano Archiapatti, Presidente di Aniasa - Ad oggi, risulta anche impossibile, per i proprietari dei veicoli, di effettuare in via informatica i pagamenti per i quasi 700.000 veicoli le cui targhe risultano all'Archivio Nazionale dei Veicoli".

Altre Notizie