Sabato, 28 Marzo, 2020

Campania, le imprese si rifiutano di fare i funerali

Funerale Funerale
Evandro Fare | 26 Marzo, 2020, 03:40

Premesso che è auspicio di tutti che la nostra Regione non debba contare ulteriori decessi per coronavirus, è bene che tutti sappiano la verità e che anche l'Amministrazione Comunale di Napoli e la Regione Campania si rassicurino che tutte le imprese funebri della città e della Regione operano in assoluta consapevolezza del loro ruolo e funzione di interesse sociale.

Le imprese della Campania si rifiutano di eseguire le operazioni funebri e cimiteriali per i casi di coronavirus. "Questo diniego, dettato soprattutto dalla paura di un contagio, sta creando - ha spiegato Tammaro - uno squilibrio insostenibile con il carico che pende verso chi invece, per senso di dovere e collettività, continua a fornire i servizi indispensabili in questo momento storico".

"Sono tante le segnalazioni che in questi giorni continuano a giungerci da parte dei titolari di imprese funebri, costretti a lavorare oramai senza essere provvisti di alcun dispositivo di protezione per effetto dell'atavica carenza di mascherine, guanti, tute e calzari". "Ma non possiamo continuare così o altrimenti l'intero sistema rischia il collasso".

"Ci rivolgiamo direttamente al sindaco Luigi de Magistris e al governatore Vincenzo De Luca: la situazione e' inaccettabile - prosegue Tammaro -".

Imprese funebri della Campania che si rifiutano di svolgere operazioni funebri per i casi di Coronavirus. Queste ditte - ha aggiunto - stanno chiedendo ai propri dipendenti uno sforzo lavorativo e psicologico non indifferente.

"Senza un intervento istituzionale, siamo destinati ad andare in crisi entro pochi giorni. Rivolgiamo questo appello - conclude Tammaro - anche agli altri colleghi delle imprese funebri: abbiamo bisogno di tutti, per uscire da questa crisi nel minor tempo possibile".

Altre Notizie