Sabato, 28 Marzo, 2020

Coronavirus, Burioni: "Ecco a cosa serve il tampone"

Sperimentazione Avigan siluro di Roberto Burioni l'Aifa e YouTube che mazzata Coronavirus, il virologo Burioni: “Numero contagi molto sottostimato”
Evandro Fare | 25 Marzo, 2020, 16:42

A chi fa notare come in questa polemica potrebbe essere in ogni caso sempre l'Aifa e il mondo scientifico italiano a perderci in termini di credibilità: "O fate un pessimo lavoro, perché è bastato uno sconosciuto per dettare una nuova linea, puntando o l'Aifa fa un pessimo lavoro di review, perché per populismo approva un protocollo, in assenza di evidenze", Burioni ribatte affermando: "Mi spiace ma un paese che avvia una sperimentazione clinica sulla spinta di un video YouTube di uno sconosciuto merita ben più di una polemica". "Non dobbiamo guardare con particolare attenzione al numero dei contagi, perché è molto sottostimato", ha proseguito ancora Burioni. Il virologo Roberto Burioni - che già ospite di Che Tempo Che Fa aveva detto che la soluzione per il coronavirus non arriverà di certo dai video sui social network, ma dalle fonti ufficiali e accreditate - torna all'attacco, non nascondendo l'intento polemico della sua affermazione. "Allo stesso modo io, da medico, seguo una ventina di persone che hanno certamente il coronavirus". Infatti, sostiene il virologo, "è difficile fare una stima precisa - confessa -". Inoltre, stando alla sua tesi, in Italia i contagi dovrebbero riguardare oltre 200 mila persone.

"Il problema è che si è infettivi due giorni prima del sintomo - ha spiegato ancora Burioni - questi pazienti a casa che non hanno gravi sintomi, hanno diagnosi clinica ma senza test, devono uscire ma prima di uscire devono essere certi che non hanno il virus". "Dobbiamo pensare non a quei pochi che trasgrediscono ma alla grandissima maggioranza degli italiani che ha fatto il proprio dovere". Chiaramente è un segno molto tenue e debole, però ci autorizza a pensare che tutti i sacrifici che stiamo facendo sono utili.

Altre Notizie