Sabato, 28 Marzo, 2020

Serie A, fissata la deadline: in caso di sospensione niente Scudetto?

Coronavirus, aleggia lo spettro dello stop alla Serie A: niente scudetto e stipendi tagliati Coronavirus | Stop alla Serie A: le ultime su scudetto e stipendi giocatori
Iona Trifiletti | 25 Marzo, 2020, 23:37

Dopo una dose di ottimismo, è piombato improvvisamente il pessimismo come rivelato dall'Assemblea in conference call. La Serie A viaggia verso uno stop definitivo. Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI! .

Nella migliore delle ipotesi, se si riprendessero gli allenamenti a fine aprile e concedendo al massimo quindici giorni ai giocatori di ritrovare una forma fisica accettabile, si ripartirebbe il 9 o il 16 maggio andando a fine il campionato entro fine giugno (senza tenere conto dello spazio necessario per le coppe europee). "Due club salirebbero dalla B - riporta la rosea - per una Serie A che diventerebbe a 22 squadre, da ridurre a 20 nella stagione ancora successiva".

Nel frattempo si discute anche sul taglio degli stipendi dei calciatori, in quanto in questo momento non si stanno allenando né stanno disputando partite chiaramente.

Secondo l'ipotesi più accreditata, secondo la Gazzetta dello Sport, lo scudetto non sarebbe comunque assegnato alla Juve, la squadra attualmente in testa alla Serie A, ma all'Uefa sarebbero comunque consegnati i nomi delle squadre che parteciperebbero a Champions ed Europa League sulla base della stessa graduatoria. Le squadre sono spaccate, e il fronte che cresce è quello di chi pensa che il campionato 2019-2020 debba considerarsi finito per potersi così concentrare alla prossima stagione.

Altre Notizie