Giovedi, 04 Giugno, 2020

Coronavirus e 5G: In Inghilterra incendiate tre antenne

No, il 5G non ti fa ammalare di CoViD-19 Radiazioni e Covid-19. È davvero così pericolosa l'installazione delle antenne 5G?
Bortolo Musarra | 08 Aprile, 2020, 05:23

Il punto centrale, quello che coinciderà anche con il primo impegno del comitato, è però un altro: creare i presupposti per un incontro tra esperti e la comunità luinese (appena le condizioni lo permetteranno), suggerendo inoltre alla politica locale di avviare una seria campagna di informazione sul sistema 5G, vantaggi e svantaggi compresi, prima di procedere con l'installazione di antenne a livello comunale. I vigili del fuoco e la polizia sono dovuti intervenire.

Sono stati riportati attacchi di questo tipo a Birmingham, Liverpool, Melling e a Belfast, in Irlanda del Nord.

Le fake news sul 5G, che vengono diffuse soprattutto tramite i social network, sono un problema dilagante in tutto il mondo, ma nel Regno Unito si è arrivati a livelli impensabili. Nel Regno Unito alcune persone avrebbero attaccato le infrastrutture legate alla telefonia mobile, convinte che il 5G sia la causa - o quantomeno una delle tante - della diffusione del coronavirus. Recentemente, persino alcune radio sono state al centro di avvertimenti da parte delle autorità britanniche, in quanto ritenute responsabili di aver diffuso "dichiarazioni potenzialmente dannose sul Coronavirus". Stephen Powis, direttore del National Health Service inglese, ha riferito di essere "assolutamente disgustato" dalle aggressioni, evidenziando che le reti telefoniche sono fondamentali - tra le atre cose - anche per gli interventi degli operatori sanitari. Chi continua a sostenere tesi campate in aria, non ha mai letto con attenzione nessuno degli studi prodotti negli ultimi anni sul tema, abboccando a video, pseudo-articoli e audio di soggetti mentalmente disturbati, alimentando un pericoloso meccanismo perverso, dal quale non tutti hanno la capacità di sapersi difendere.

Altre Notizie