Sabato, 04 Luglio, 2020

Boicottaggio Facebook, Zuckerberg più 'povero' di 7,2 mld

Facebook Ads Politiche Facebook boicottato, anche Unilever e Coca Cola ritirano la pubblicità dal social
Quartilla Lauricella | 29 Giugno, 2020, 18:52

In risposta, il creatore di Facebook ha annunciato ieri sul suo profilo che la piattaforma sta lavorando a un cambiamento delle policy interne.

Che cosa farà, in concreto, Facebook rispetto a quanto - almeno secondo Zuckerberg - già stava facendo in precedenza? Una decisione che, per la cronaca, ricalca quella presa da Twitter...

Come è noto a metà dello scorso mese il gruppo capitanato da Mark Zuckerberg ha deciso di mettere sul piatto ben 400 milioni di dollari per prendere il controllo di GIPHY, uno dei più grandi database al Mondo di Gif animate che mette a disposizione anche un motore di ricerca con cui gli utenti possono reperire facilmente i contenuti da condividere.

Ma quanto annunciato da Zuckerberg non sembra essere stato sufficiente. Infatti, le azioni di Facebook venerdì hanno chiuso con un -8% (anche Twitter ha chiuso in calo del -7%) dopo che Unilever ha dichiarato che avrebbe interrotto le sue pubblicità negli Stati Uniti su Facebook, Instagram e Twitter per il resto dell'anno, in concomitanza con le prossime elezioni presidenziali.

L'obiettivo è quello di spingere aziende e multinazionali a interrompere i loro investimenti pubblicitari su Facebook, problema non da poco per il social network il cui modello di business si basa quasi interamente sugli introiti dell'advertising. Il fondatore di Facebook ha dichiarato che aggiungerà dei tag ai post che sono "degni di nota" ma violano le regole della piattaforma perché contengono contenuti d'odio.

"Sappiamo cosa ha fatto Facebook - si legge sul sito di "Stop hate for profit" -".

Altre Notizie