Sabato, 04 Luglio, 2020

Gatto con virus rarissimo morde la padrona: il ministero avvia le indagini

Gatto con raro virus morde padrona il Ministero avvia un'indagine Toscana, gatto muore dopo aver morso la padrona: era positivo ad un virus rarissimo riscontrato nei pipistrelli
Moreno Priola | 29 Giugno, 2020, 01:13

Il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, ha emesso intanto due ordinanze urgenti, in via cautelativa: con la prima ha disposto il sequestro degli animali di proprietà della signora (un cane, un gatto e tre gattini) e imposto restrizioni alla circolazione dei cani: i padroni dovranno farli circolare sempre al guinzaglio. Ma ad Arezzo un contagio - non di Covid - è avvenuto al contrario, come ha spiegato il Centro di referenza nazionale per la Rabbia dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, che nella giornata di ieri, ha isolato, su un campione di cervello di gatto inviato dall'Istituto zooprofilattico di Lazio e Toscana, un Lyssavirus. Lo rende noto la Regione Toscana.

Prima di questo caso, in realtà, questa varietà di Lyssavirus era stata riscontrata una sola volta al mondo, nel 2002 in un pipistrello del Caucaso. Gli ultimi casi erano stati rilevati su delle volpi selvatiche agli inizi del 2000. L'Italia è ufficialmente indenne dal 2013. I provvedimenti si sono resi necessari a seguito del caso del felino domestico che dopo aver morso la sua proprietaria, è risultato affetto da lyssavirus, virus appartenente a un ceppo tipico dei pipistrelli diverso da quello della rabbia classica.

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministero della Salute, che ha costituito un gruppo tecnico scientifico per approfondimenti pur garantendo che non ci sono evidenze di trasmissione da animale a uomo. Per precauzione le persone che sono state a contatto con il gatto sono state sottoposte a profilassi. Ma come ha comunicato il Ministero della salute, la capacità di trasmissione ad un'altra specie rappresenta un evento estremamente limitato e non prevede comunque una diffusione epidemica.

L'assessore toscano alla Salute, Stefania Saccardi ha così commentato il fatto molto raro: "Siamo in costante contatto con il Ministero per monitorare la situazione, che è sotto controllo".

Altre Notizie