Sabato, 04 Luglio, 2020

Tariffe: dal primo luglio -6,7% gas, +3,3% luce

Bollette aumenti a luglio nuova stangata su luce. Ecco perch Bollette luce e gas, novità dal 1° luglio: ecco come cambiano le tariffe
Quartilla Lauricella | 28 Giugno, 2020, 20:24

Secondo quanto riferito ieri dall'ARERA, nel terzo trimestre del 2020 il gas continuerà a scendere mentre l'energia elettrica recupererà qualche punto percentuale.

L'Autorità precisa che "il rialzo della bolletta elettrica è sostanzialmente legato ad un aumento dei costi per il funzionamento ed equilibrio del sistema (costi di dispacciamento)".

Per il gas naturale l'andamento è determinato da un forte calo della spesa per la materia prima (-7% sulla spesa della famiglia tipo), legata alle quotazioni attese nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre, in parte controbilanciato da un lieve aumento delle tariffe regolate di trasporto e distribuzione (+0,3%), determinato da una revisione prudenziale della componente di perequazione della distribuzione.

Entrando nel dettaglio delle singole voci della bolletta, si assisterà a un aumento del 3,6% nella voce di dispacciamento, ridotto a 3,3% da un -0,3% della voce energia. Rispetto allo scorso anno una famiglia tipo dovrebbe riuscire a beneficiare di un risparmio complessivo pari a 212 euro ogni anno.

Al lordo delle tasse, rispetto allo scorso anno la famiglia tipo beneficia di un risparmio complessivo di 212 euro all'anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sara' di circa 1.006 euro, con una variazione del -12,4% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 143 euro/anno. "Questo significa che nel 2020, considerata la spesa media annua per l'energia, ogni famiglia pagherà 495 euro di tasse sul gas e 194 euro sulla luce", prosegue il Codacons. Questi infatti tendono aumentare nei periodi in cui si assiste a una diminuzione dei consumi dal momento che si rende necessaria una maggiore "movimentazione" degli impianti sul mercato. Rimangono invece invariati - assicura Arera - "gli oneri generali e le tariffe regolate di rete (trasmissione, distribuzione e misura)". In questo contesto, "le misure di contenimento dell'epidemia, riducendo la domanda elettrica, hanno contribuito ad aumentare il fabbisogno di risorse per il dispacciamento". "Se da un lato le tariffe del gas scendono del -6,7%, dall'altro quelle della luce aumentano del +3,3% proprio nel periodo estivo, ossia quando crescono i consumi elettrici degli italiani per condizionatori e impianti di climatizzazione, determinando un danno e un maggior esborso per le famiglie" si legge in una nota dell'associazione dei consumatori. L'Autorità sta comunque completando alcune analisi, nell'ambito delle attività di monitoraggio dei mercati che le competono, al fine di meglio valutare l'aumento di questi costi, anche tenendo conto dell'assetto strutturale del sistema elettrico nazionale. Anche qui rimangono stabili gli oneri generali. "L'utilizzo della flessibilità finanziaria ancora presente nel sistema e l'intervento straordinario previsto dal dl rilancio ci hanno consentito di lasciare invariati gli oneri generali. Non è detto che nei prossimi trimestri, con l'auspicabile ritorno dei consumi ai livelli pre crisi e la conseguente ripresa dei mercati all'ingrosso, si confermino tali condizioni", sottolinea il presidente dell'Autorità, Stefano Besseghini.

Altre Notizie