Sabato, 04 Luglio, 2020

Tassa sui conti correnti in arrivo: importi ed esenzioni

Tassa conto corrente giugno 2020 quanto si deve pagare e scadenza Tassa sui conti correnti: imposta di bollo in scadenza a fine giugno
Quartilla Lauricella | 28 Giugno, 2020, 16:24

Resta, dunque, l'onere per quanti hanno un conto corrente o a un libretto postale di pagare entro il sesto mese dell'anno. Puntuale come sempre, alla fine del mesi di giugno, la tassa sarà regolarmente applicata su ogni conto corrente (anche estero). Chi ha una rendicontazione bancaria trimestrale pagherà 8,55 euro a giugno; se ad avere questo tipo di rendicontazione sono altri soggetti giuridici la spesa a giugno sarà di 25 euro.

L'imposta di bollo non sarà addebitata solo e soltanto sul conto corrente, ma riguarderà anche i libretti di risparmio bancari e postali. Il suo ammontare è di 34,20 euro per i soggetti fisici e arriva a 100 euro per qualsiasi altro soggetto giuridico.

Conto corrente: chi può non pagare la tassa? L'imposta di bollo, tuttavia, prevede norme che consentono delle eccezioni. E' una tassa fissa e non possiamo scappare dal pagarla.

Potranno, infatti, non doverla pagare coloro i quali abbiano un giacenza media massima non oltre i 5.000 euro.Sfuggono al così detto balzello anche coloro i quali hanno un Isee al di sotto dei 7.500 euro. Un espediente che è spesso di difficile attuazione poiché il correntista medio solitamente ha una giacenza media superiore a tale limite e, se la rendicontazione è trimestrale, diventa ancora più difficile poiché la giacenza media viene calcolata su 90 giorni anziché su 365.

Ci sono però delle categorie di correntisti che sono esclusi dall'imposta.

In arrivo la tassa sui conti correnti, ovvero l'imposta di bollo: a fine giugno 2020, a chiusura del trimestre, come ogni anno da quasi cinquant'anni lo Stato li preleverà direttamente dal conto.

Non pagano l'imposta di bollo sui conti correnti le persone fisiche con Isee inferiore a 7.500 euro. D'altronde già l'imposta di bollo di per sé rappresenta una patrimoniale che garantisce allo Stato un introito costante di milioni di euro, grazie alla liquidità di privati cittadini e imprese.

Non si tratta di una nuova tassa, anzi, ma molti cittadini avevano ipotizzato che anche per la tassa sui conti correnti potesse esserci uno slittamento.

Altre Notizie