Sabato, 08 Agosto, 2020

Ryanair perde 185 milioni di euro nel suo "trimestre più difficile"

Così come tante altre compagnie aeree anche Ryanair ha rilevato gravi perdite di passeggeri tra aprile e giugno a causa del Coronavirus Così come tante altre compagnie aeree anche Ryanair ha rilevato gravi perdite di passeggeri tra aprile e giugno a causa del Coronavirus
Quartilla Lauricella | 29 Luglio, 2020, 10:53

La compagnia aerea low-cost irlandese ha chiuso il primo trimestre dell'anno fiscale 2020-2021 (al 20 giugno) con una perdita netta di 185 milioni di euro. La società aveva chiuso lo stesso periodo dell'anno precedente con un utile netto di 243 milioni di euro.

Ryanair sta pianificando di tagliare 3.000 posti di lavoro e di ridurre le retribuzioni del personale fino a un quinto in risposta alla crisi del Covid-19, che ha messo a dura prova il trasporto aereo globale. La compagnia low cost, che definisce il trimestre come "il più difficile" dei suoi 35 anni di storia, non è in grado di fornire alcuna indicazione sugli obiettivi finanziari per il 2021 (che si chiude a marzo) che "sarà un anno molto impegnativo a causa della pandemia".

"Non è possibile prevedere quanto a lungo persisterà la pandemia - hanno spiegato da Dublino -. La nostra paura principale, al momento, è quella di una seconda ondata in Europa nell'autunno inoltrato, quando comincerà la stagione influenzale". "Ringrazio Ryanair per la fiducia verso il mercato cuneese, che nel periodo autunno-invernale esprime le sue migliori potenzialità" ha commentato Anna Milanese, direttore generale dell'Aeroporto di Cuneo. La compagnia prevede di operare al 40 per cento del programma normale a luglio, quindi al 60 per cento ad agosto e circa al 70 per cento a settembre.

Il traffico per il 2021 scenderà del 60%, conclude la nota, toccando quota 60 milioni di passeggeri, da 149 milioni che erano.

Altre Notizie