Sabato, 19 Settembre, 2020

Sardegna, Regione: diritto ad avere metano al prezzo degli altri

In Sardegna sbarca solo chi è negativo Sardegna, stretta sui turisti: l'ordinanza del governatore Solinas
Evandro Fare | 16 Settembre, 2020, 01:36

Durante la registrazione dovranno indicare, oltre ai dati anagrafici, anche la data di arrivo e partenza, la struttura presso cui alloggeranno e autocertificare di non aver avuto contatti con persone positive al Coronavirus nel 14 giorni precedenti e di non manifestare alcun sintomo. "A tal fine gli stessi passeggeri, anche se asintomatici, sono obbligati a comunicare immediatamente il proprio ingresso nel territorio regionale all'azienda sanitaria competente e, nelle more dell'esito delle indagini di laboratorio effettuate dalla competente Azienda sanitaria, ad osservare l'isolamento domiciliare fiduciario, che verrà meno solo all'atto dell'eventuale esito negativo degli stessi esami e salvo ulteriori diverse disposizioni dell'Azienda Sanitaria competente".

"Con decorrenza immediata - si legge ancora nell'ordinanza - è fatto obbligo sull'intero territorio regionale di indossare per l'intera giornata protezioni delle vie respiratorie (mascherine) in tutti gli ambienti chiusi o aperti in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1 metro".

Sono esclusi da tale obbligo le persone che viaggiano su navi e aerei per comprovati motivi di lavoro o di salute, gli equipaggi dei mezzi di trasporto; i soggetti appartenenti ad organi costituzionali o addetti a servizi pubblici essenziali nell'esercizio delle rispettive funzioni (sanitari, forze dell'ordine, forze armate), i minori di anni 10, nonché le persone in uscita dalla Sardegna e che vi facciano rientro entro le 48 ore.

Ma l'ordinanza è a rischio impugnazione. L'ordinanza firmata dal presidente Christian Solinas ha scatenato un mare di polemiche, a partire dalla posizione del Governo e dal ministro Boccia che ha minacciato un ricorso di incostituzionalità nei confronti del provvedimento sardo. Non importa da che zona dell'Italia o dell'estero si arrivi, non si entra senza esito negativo del tampone. "Non esiste una 'soluzione sarda' al Coronavirus, ma azioni sinergiche tra Stato e Regioni per bloccare la diffusione del contagio". "A 24 ore dall'avvio del deposito - puntualizza Fasolino - sono già 1947 le domande presentate per il fondo di emergenza dedicato alle aziende e ai lavoratori autonomi con partita Iva della Sardegna".

Altre Notizie