Lunedi, 21 Settembre, 2020

Speranza: "L’Italia è un grande Paese e lo ha dimostrato"

Recovery Fund Speranza “Presentazione piano a inizio gennaio” Coronavirus, Speranza: "Ancora nessuna decisione sulla riduzione della quarantena"
Moreno Priola | 13 Settembre, 2020, 08:49

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sollecita i presidenti delle Regioni a collaborare nella lotta al Covid e lo fa a margine di un incontro svoltosi a Bari. "Noi come Ministero della Sanità abbiamo lavorato insieme alla Puglia costantemente, i risultati sono sotto gli occhi di tutti e segnalano il costante e progressivo miglioramento degli indici dei livelli essenziali di assistenza, come viene riportato in maniera tecnica dagli Uffici". "Fino ad allora, penso che sia corretto tenere altissimo livello di attenzione, continuare a rispettare le regole fondamentali - ha aggiunto Speranza - il distanziamento di un metro, l'utilizzo delle mascherine, il lavaggio delle mani e poi intervenire qualora ce ne sia bisogno, in tutte le occasioni possibili". "Di tempi, sinceramente, e' difficile parlare, ma spero che il vaccino possa arrivare nel piu' breve tempo possibile". "Uno spostamento che ci permetterà di affinare le proposte e avere orientamenti e spunti sia dal Parlamento che dai soggetti sociali e in particolare con coloro che lavorano nel mondo della salute", ha detto il ministro.

"Vincere la battaglia sanitaria, avere un servizio sanitario forte, puntare sulla sicurezza sanitaria è esattame- continua-te la condizione per poter giocare la partita dello sviluppo economico. Guai a farci portare sul terreno in cui lo sviluppo dipende da quanto poco investiamo sulla nostra sicurezza sanitaria". Io penso che questa sia la mattonella per la fase di riforma che ora sta arrivando.

Entro il 15 ottobre il Governo dovrà presentare le linee guida del piano organico per accedere al Recovery Fund, mentre il piano vero e proprio sarà consegnato all'Europa a gennaio 2021. La riapertura delle scuole comporta naturalmente un aumento dei rischi. Rimettere in moto qualcosa come 10 milioni di persone ha evidentemente un impatto sulla possibilità che il contagio possa accrescersi. "Il punto di fondo continua a essere che siamo ancora figli di una lunga stagione di tagli". Speranza ha fatto anche riferimento alla necessità di "trovare strumenti per attirare investimenti da parte di aziende internazionali". I tre assi verticali sono: territorio e sanità di prossimità, ospedali in rete, salute e ambiente. Mentre i due 2 assi trasversali sono: "conoscenza per la salute e innovazione digitale per il Servizio sanitario nazionale".

"Vogliamo ridurre le disuguaglianze territoriali".

Altre Notizie