Sabato, 19 Settembre, 2020

Venere, possibili tracce di vita grazie alla presenza di fosfina

Venere nell'obiettivo della sonda Pioneer nel 1978.               								 | NASA  JPL  Caltech Venere nell'obiettivo della sonda Pioneer nel 1978. | NASA JPL Caltech
Bortolo Musarra | 15 Settembre, 2020, 10:02

La scoperta potrebbe indicare la presenza di vita sul pianeta, visto che sulla Terra la produzione di fosfina è strettamente legata ai processi biologici. "C'è un netto odore di cordite nell'aria - affermano gli scienziati - che potrebbe suggerire qualcosa di simile alla Vita". Il tipo di gas che è stato trovato infatti potrebbe essere un gas di scarto dei microorganismi.

Conosciuta anche come fosfano o idrogeno fosfato, si tratta di un gas formato da un atomo di fosforo e tre di idrogeno, come spiega il portale "Everyeye", disposti con un angolo di 93.5° tra di loro, che va a costituire una piramide trigonale. Gli autori hanno calcolato che queste sorgenti non biologiche producono al massimo una piccola quantità di fosfina rispetto a quella rilevata dai telescopi.

Le quantità di fosfina osservate nell'atmosfera di Venere - è stato spiegato - sono tali da non poter essere state prodotte da processi abiotici. Nessuno di questi fenomeni, però, sottolineano gli esperti, è al momento in grado di produrre abbastanza fosfina.

L'idea della presenza di forme di vita su Venere è un'idea un po' inaspettata. Gli autori sostengono che il rilevamento della fosfina "non e' una prova solida per la vita microbica e indica solo processi geologici o chimici potenzialmente sconosciuti che si verificano su Venere". La scoperta è stata pubblicata su Nature Astronomy.

Altre Notizie