Lunedi, 19 Ottobre, 2020

Ita: la nuova Alitalia è l'ennesimo flop pagato dagli italiani

Alitalia, firmato il decreto per la nuova compagnia di bandiera Nasce Alitalia Ita, i primi aerei a inizio 2021
Quartilla Lauricella | 12 Ottobre, 2020, 14:27

Il decreto di costituzione della nuova società è alla firma dei ministeri competenti ovvero Mef, Mit, Mise e ministero del Lavoro. Oltre all'amministratore delegato Fabio Lazzerini e al presidente Francesco Caio, le altre poltrone verrebbero occupate da Simonetta Giordani (dirigente Autostrade), dal professore della Luiss, Silvio Martuccelli, Frances Ousley (già country manager Italia di easyJet), Lelio Fornabaio, commercialista, Cristina Girelli (proveniente da Air Italy), Angelo Piazza (magistrato) e Alessandra Fratini, avvocato. L'obiettivo della newco ora è quella di far volare i primi aerei a inizio 2021, con "alleanze giuste" e l'integrazione ferrovia-aereo. "Poniamo le basi per il rilancio del trasporto aereo italiano, attraverso la scelta di manager di primo livello e grande competenza in grado di elaborare e attuare un piano industriale solido e sostenibile" afferma il ministro Gualtieri nella nota che annuncia la firma del provvedimento. Sarà quindi valutata la discontinuità rispetto alla vecchia compagnia ma anche gli asset, i dipendenti, la composizione aziendale.

Sarà l'ennesimo flop pagato dagli italiani in piena continuità con il passato e non, come dice la ministra Paola Demicheli in netta discontinuità con il passato. Usaerospace segue infatti "con attenzione l'evoluzione delle attività indirizzate al salvataggio di Alitalia" e ribadisce il "proprio inalterato interesse a partecipare al rilancio della stessa". "È vergognoso l'allargamento del nuovo cda di Alitalia, che passa da cinque a nove membri pur di soddisfare gli appetiti di tutte le forze politiche di governo". Ma soprattutto, una volta saliti sulla plancia di comando, Lazzerini e Caio potranno finalizzare il piano industriale che significa mettere in pratica le strategie presenti e future che dovrebbero garantire la sopravvivenza a una società attualmente fortemente provata dall'effetto Covid.

Alitalia, firmato il decreto per la nuova compagnia di bandiera

Per la ministra Catalfo, "abbiamo bisogno di una compagnia di bandiera che aiuti l'Italia a ripartire". Così Mauro Rotelli, deputato di Fratelli d'Italia e componente della commissione Trasporti della Camera.

"La grave crisi economica provocata dalla pandemia ci permette oggi di pensare a un concreto rilancio della nostra compagnia di bandiera".

Altre Notizie