Среда, 27 Октября, 2021

Sparatoria ad Ardea: sono tre le vittime, due bambini

Spari ad Ardea: gravissimi due bambini di 3 e 8 anni, il nonno non ce l'ha fatta FOTO Spari in strada ad Ardea vicino Roma, colpiti 2 bimbi e un anziano
Evandro Fare | 13 Июня, 2021, 19:21

L'uomo è stato colto da un raptus e ha aperto il fuoco mirando ai due bambini e all'anziano che stava passando in bicicletta: sono stati sparati almeno tre colpi di arma da fuoco. E' uno dei tanti appelli che attorno all'ora di pranzo rimbalzavano sui gruppi social di Colle Romito, "Rimanete a casa!". Intorno alle 15.45 i militari hanno fatto irruzione e l'hanno trovato morto nella sua camera da letto. Le forze dell'ordine presenti sul posto hanno provato a patteggiare - con l'aiuto di un negoziatore - una resa pacifica senza però ottenere un riscontro positivo. Sono morti due fratellini, mentre giocavano davanti casa, e un anziano, di 84 anni, che passava in quel momento in bici. Tutte le persone coinvolte sono residenti del consorzio, compresa la persona che ha sparato. "Rimanete a casa! Sembra ci sia una persona armata che gira per Colle Romito", scrive un altro utente.

A sparare alcuni colpi di pistola, infatti, sarebbe stato un uomo di 34 anni adesso barricato in una delle case del consorzio di Colle Romito.

"Pare che il tutto sia nato da una futile lite", ha spiegato all'Ansa il sindaco di Ardea, Mario Savarese. Una tragedia dai contorni ancora oscuri, ma che, comunque, non potrà mai cancellare dalla propria memoria questa indicibile tragedia. Purtroppo, fin dal loro arrivo sul luogo della tragedia, non hanno potuto far altro che constatare le condizioni disperate in cui versavano i due bambini. "Mi sono preoccupata perché non era rientrato per pranzo, mi hanno detto che c'era stata una sparatoria e l'ho scoperto così". Lo scrive in una nota l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato in merito alla sparatoria avvenuta questa mattina ad Ardea. C'erano già i soccorsi e i carabinieri. "La famiglia dell'omicida - rivela poi - era conosciuta nel quartiere per episodi di molestie e degrado".

Un testimone: "Ho visto i bimbi a terra pieni di sangue" - "Ho visto l'elicottero del 118 e con mio padre sono subito andato al parchetto per vedere cosa fosse successo".

Altre Notizie