Venerdì, 23 Aprile, 2021

Fabrizio Corona aggredito nel bosco della droga

Fabrizio Corona aggredito nel bosco della droga Fabrizio Corona aggredito nel bosco della droga
Calogero Calderone | 11 Dicembre, 2018, 11:50

E' quanto accaduto all'ex re dei paparazzi Fabrizio Corona, che si era recato sul posto ieri sera con un operatore e un fonico.

"Stasera mi sono recato al Bosco di Rogoredo, patria nazionale dello spaccio italiano, dove anche la polizia si rifiuta di entrare - si legge nel post -".

"Siamo stati pestati con le mani e con i bastoni - ha raccontato uno dei collaboratori del fotografo, Luca Cerchioni -".

A raccontare la dinamica dei fatti è stato lo stesso Corona: "Ero con la troupe di una società che fornisce materiale per la trasmissione 'Non è l'Arena' di Giletti - ha detto al 'Corriere della sera' -". Quest'ultimo, inoltre, ha affermato che è andato in quel posto solo per raccontare in maniera oggettiva, ringraziando Dio di aver protetto suo figlio Carlos Maria. Avevo una telecamera nascosta e insieme a un ragazzo mi sono addentrato nel bosco. Subito dopo sono comparse tutte le altre persone, un misto di pusher e sentinelle, che hanno proseguito con l'aggressione spogliandolo del giubbotto e puntandogli un coltello. Corona si trovava lì per un servizio giornalistico in cui intendeva riprendere le attività di spaccio senza alcun filtro o protezione ma solo aiutato da una troupe. Allo stato non risulta che l'ex re dei paparazzi abbia sporto una denuncia formale. Un numero imprecisato di persone, infatti, hanno accerchiato e aggredito Fabrizio e i suoi collaboratori.

Corona non sarebbe grave ma secondo quanto riferito al quotidiano di via Solferino ha rischiato di morire ammazzato.

Fabrizio Corona è rimasto vittima di un'aggressione al "boschetto della droga" di Rogoredo, alla periferia sud di Milano.

Altre Notizie