Martedì, 26 Gennaio, 2021

AKK non sarà l’erede di Merkel

Evandro Fare | 11 Febbraio, 2020, 22:55

Nel suo passato da ministro presidente del Saarland, uno degli Stati federati della Germania, la leader della CDU Annegret Kramp-Karrenbauer aveva sottoscritto alleanze con i Verdi e il partito Liberale, la cosiddetta coalizione giamaicana, successivamente con i socialdemocratici dell'SPD.

Annegret Kramp-Karrenbauer, leader Cdu della cancelliera Angela Merkel considerata la sua erede naturale, non correrà alle elezioni federali del prossimo anno e ha deciso anche di lasciare presto la presidenza della Cdu. L'AFD si oppone a tutto ciò che fa di noi il partito che siamo.

"Nessun riavvicinamento e nessuna collaborazione con Alternative fur Deutschland e la sinistra". Anche per questo Akk ha chiarito che lascerà la presidenza della Cdu "per l'estate", preparando al contempo il terreno per una nuova candidatura al posto oggi occupato da Merkel.

Angela Merkel vuole che Annagret Kramp-Karrenbauer resti ministra della Difesa. L'altro nome che circola è quello di Armin Laschet, governatore della CDU del Nord Reno-Westfalia.

"Questa decisione la stavo maturando e stava crescendo dentro di me da tempo", ha commentato poi la stessa Kramp-Karrenbauer, in una conferenza stampa a Berlino, come se non fosse dunque collegata al caos della settimana scorsa in Turingia, dove il candidato dei liberali Thomas Kemmerich era stato eletto con i voti della Cdu e dell'estrema destra dell'Afd prima di essere costretto alle dimissioni.

Altre Notizie