Giovedi, 29 Ottobre, 2020

L'Inter batte Beckham in tribunale: l'Inter Miami cambia nome?

L'Inter batte Beckham in tribunale: l'Inter Miami cambia nome? L'Inter batte Beckham in tribunale: l'Inter Miami cambia nome?
Iona Trifiletti | 12 Febbraio, 2020, 15:41

L'USPTO (il tribunale statunitense che si occupa di questioni legate a marchi e brevetti) ha dato ragione ai nerazzurri di Milano, confermando in prima sentenza che le richieste della famiglia Zhang, proprietaria dell'Inter con il marchio Suning, sono più che fondate.

Va all'FC Internazionale il primo round legato alla disputa sull'utilizzo del marchio "Inter", che coinvolge il noto club nerazzurro e l'Inter Miami, club statunitense che si prepara a partecipare per la prima volta nella sua storia alla MLS, il campionato di calcio degli USA. La squadra della Florida dovrà continuare ad appellarsi al fatto che la parola "Inter" nel suo nome sia solo "descrittivo" e non utile per caratterizzare la squadra e dunque per riconoscerla.

L'Inter vince in tribunale contro David Beckham: l'ex fuoriclasse di United e Real Madrid, che ha militato negli ultimi anni della sua carriera anche nel Milan, è attualmente presidente dell'Inter Miami, club che sarà però costretto a cambiare nome.

Quella dell'Inter, è bene sottolinearlo, non è una vittoria contro l'Inter Miami ma contro l'intera MLS, marchio che seguendo il modello di NBA, NFL, NHL e MLB (basket, football, hockey e baseball) rappresenta l'intero movimento calcistico professionistico statunitense e le 26 franchigie che ne fanno parte. Tra questi appunto il club fondato da Beckham insieme ai fratelli Mas e l'imprenditore giapponese Masayoshi Son nel 2018 e a cui sono stati accostati nel tempo nomi clamorosi quali Lionel Messi e Luka Modric. La nuova franchigia di Beckham in passato si era rifiutata di abbandonare l'abbrevazione, sostenendo che "Inter" fosse un termine generico.

Altre Notizie