Venerdì, 04 Dicembre, 2020

Bonus vacanze su modello F24 con codice tributo

Bonus vacanze: codice tributo F24 per compensazione e cessione dello sconto Bonus vacanze, pronto il codice tributo per il recupero dello sconto
Quartilla Lauricella | 29 Giugno, 2020, 01:07

La risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 33/E del 25 giugno 2020 inserisce un nuovo tassello per l'avvio del bonus vacanze.

Il c.d. "bonus vacanze" attendeva un codice tributo per consentire, ai fornitori e agli eventuali cessionari, l'utilizzo in compensazione del credito d'imposta tramite il modello F24.

La tax credit vacanze, lo ricordiamo, spetta ai nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro, ed è utilizzabile all'80% come credito d'imposta e al 20% come detrazione in dichiarazione dei redditi.

Tramite il codice tributo "6915" le strutture ricettive che hanno aderito all'iniziativa del decreto Rilancio possono recuperare in compensazione il credito.

"6915" denominato "BONUS VACANZE - recupero dello sconto praticato da imprese turistico-ricettive, agriturismi, bed&breakfast e del credito ceduto - articolo 176 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34".

La risoluzione in commento fornisce istruzioni su come compilare il modello F24 in modo corretto. Al momento del pagamento, per attivare il bonus vacanze la struttura aderente dovrà verificare la validità dello stesso nell'area riservata dell'Agenzia delle Entrate, e attendere il giorno lavorativo successivo per recuperare l'importo anticipato sotto forma di credito d'imposta, dopo averlo richiesto con modello F24.

Il credito d'imposta utilizzato in compensazione non può eccedere l'importo disponibile, tenuto conto delle fruizioni già avvenute o in corso e delle eventuali cessioni del credito a soggetti terzi, pena lo scarto del modello F24. E' operativo a decorrere dal 1° luglio 2020. In alternativa può essere ceduto a terzi, compresi gli istituti di credito e gli intermediari finanziari.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, ai fini dell'utilizzo in compensazione del credito d'imposta relativo allo sconto applicato, il codice tributo 6915 è esposto nella sezione "Erario", in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati", ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell'agevolazione, nella colonna "importi a debito versati".

Le spese devono essere sostenute in un'unica soluzione per i servizi resi da una singola impresa turistica e documentate con fattura o documento commerciale o scontrino/ricevuta fiscale, nei quali sia indicato il codice fiscale di chi intende fruire dell'agevolazione.

Nel secondo caso, ossia quando ricorre un utilizzo misto dei locali, il credito di imposta sarà attribuito in relazione al canone pagato per le due tipologie di attività e nel rispetto dei differenti requisiti previsti dalla norma.

Altre Notizie