Mercoledì, 02 Dicembre, 2020

Cronaca, ultimora: violentissima esplosione a Beirut

Bandiera libanese Libano ministro degli Esteri Hitti rassegna le dimissioni Sputnik. Ekaterina Chesnokova
Evandro Fare | 04 Agosto, 2020, 20:20

Forte esplosione nel centro di Beirut, con una colonna di fumo che si è alzata sopra la città. Lo ha confermato anche l'ANSA sul posto. Stando a quanto riportato dai media libanesi, i dimostranti hanno marciato verso il ministero per protestare contro la "corruzione e anni di malgoverno" e gli scontri sono scoppiati quando gli agenti hanno cercato di allontanarli dal ministero.

"Cio' che e' successo a Beirut ricorda Hiroshima e Nagasaki, nulla di simile era mai accaduto in passato in Libano", le parole del governatore della capitale libanese, Marwan Abboud, raccontano bene la situazione, dopo l'esplosione di oggi a Beirut, nella zona del porto, dove ci sarebbero secondo la tivù locale "centinaia di feriti". Lo riferisce il Daily Star. Secondo un altro media libanese, Naharnet, oltre a ingenti danni ci sarebbero anche feriti. Nell'impressionante video che vi mostriamo la fortissima esplosione all'interno di un edificio (probabilmente un magazzino) che genera una poderosa onda d'urto.

Molti gli edifici danneggiato dall'esplosione. Secondo alcune fonti libanesi, la prima esplosione sarebbe avvenuta in un deposito di fuochi d'artificio: si parla di decine di feriti, ma al momento languono notizie e stime attendibili. Secondo quanto dichiarato dall'emittente "Lbci", Saad Hariri, leader di Al Mustaqbal ed ex capo del governo, "sta bene".

Al momento non sono noti i motivi dell'esplosione. Una delle ipotesi che sta circolando è quella di una possibile connessione con il verdetto che il Tribunale speciale dell'Onu dovrà emettere sull'assassinio dell'ex premier Rafik Hariri. Nel distretto di Achrafieh, i feriti si dirigono al nosocomio Hôtel Dieu.

Quasi tutte le vetrine dei quartieri di Hamra, Badaro e Hazmieh, nella parte orientale di Beirut, sono state distrutte, così come le finestre delle auto che sono state abbandonate per le strade con gli airbag gonfiati.

Altre Notizie