Domenica, 25 Ottobre, 2020

Francia, uomo decapitato: ministro Interno rientra dal Marocco

Cartelli per il professore ucciso a Parigi Attentato a Parigi, aggressore decapita uomo e viene ucciso dalla polizia
Evandro Fare | 17 Ottobre, 2020, 10:06

Sul caso la Procura nazionale antiterrorismo ha annunciato l'apertura di un'inchiesta per "omicidio in relazione con un'azione terroristica e associazione a delinquere terrorista criminale".

Un grave fatto di sangue è accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, 16 ottobre, in Francia e precisamente a Conflans Saint-Honorine, comune di 35.000 abitanti nella Val d'Oise a 30 chilometri da Parigi, dove un uomo di 52 anni, un insegnante di storia, Samuel P. è stato decapitato, l'atto, dai primi rilievi della Police Nationale, sarebbe riconducibile al terrorismo islamico.

L'aggressore è stato ucciso dopo un inseguimento con dieci colpi di pistola dalla polizia a Conflans-Sainte Honorine.

Stando alle informazioni raccolte dalle forze dell'ordine sembrerebbe che la vittima fosse un insegnante di un scuola della zona, colpevole di aver mostrato ai suoi alunni alcune vignette satiriche sul profeta Maometto nel corso di una lezione sulla libertà di espressione. In un primo momento, le testate locali avevano parlato di un genitore di un alunno del professore. Secondo il quotidiano della capitale francese "Le Parisien" l'assassino avrebbe anche postato su twitter i dettagli dell'omicidio. A quanto scrive le Figaro, la polizia ha poi trovato accanto a lui un corpo decapitato. Lo si apprende da fonti dell'inchiesta. Il ministro dell'Interno, in visita in Marocco, è rientrato immediatamente a Parigi.

Altre Notizie