Sabato, 23 Gennaio, 2021

Apple, Amazon e Google rimuovono Parler dai rispettivi store

La app di Parler è stata tolta dagli store Apple Amazon e Google La app di Parler è stata tolta dagli store Apple Amazon e Google
Bortolo Musarra | 12 Gennaio, 2021, 08:48

La decisione di sospendere la fruizione dei server che sfruttando la tecnologia cloud permettevano a Parler di raggiungere un grande numero di clienti arriva sulla scorta di quanto accaduto nei giorni scorsi a Washington; per unanime opinione Parler è stato la piattaforma principale usata per organizzare l'assalto al parlamento americano.

Sulla scorta di queste considerazioni, un gruppo di dipendenti di Amazon, come spiega Cnbc, ha invitato l'azienda a non fornire più servizi cloud a Parler.

L'assalto a Capitol Hill da parte dei supporter del presidente uscente Donald Trump ha reso palese l'alta influenza politica che i social media hanno sulla vita di ogni giorno.

Sabato sera, riferisce CNBC, Amazon ha comunicato a Parler che non fornirà più i suoi servizi cloud al sito, e che la sospensione avrebbe avuto effetto a partire dalle 23.59 della stessa giornata.

Parler non ha assunto misure adeguate per affrontare la proliferazione di queste minacce alla sicurezza delle persone.

Il sito rimarrà ora in questo stato finché non sarà trovato un nuovo partner per l'hosting della piattaforma. "I processi che Parler ha messo in atto per moderare o prevenire la diffusione di contenuti pericolosi e illegali si sono rivelati insufficienti" e Parler ritornerà nell'App Store solo quando avrà "dimostrato la sua capacità di moderare e filtrare efficacemente contenuti pericolosi e dannosi". Il Ceo di Parler, John Matze, aveva anticipato il clamoroso intervento dell'azienda di Bezos annunciando agli utenti della possibile interruzione del servizio. Il motivo è lo stesso che ha portato la rimozione del social dagli app store di Google e App e alla sospensione dei profili di Trump da Facebook e Twitter.

Altre Notizie