Venerdì, 23 Aprile, 2021

Cinema riaperti dal 27 marzo? Il Cts dà il suo ok

Dario Franceschini I Cinema potrebbero riaprire il 27 marzo, il Ministro Franceschini preme
Calogero Calderone | 26 Febbraio, 2021, 22:11

Nuovo DPCM con apertura a teatri e cinema, ma solo in zona gialla.

Quando la riapertura di cinema e teatri in zona gialla con il nuovo Dpcm: il 27 marzo 2021? Arriva anche la conferma del ministro Dario Franceschini all'indiscrezione circolata sin dagli scorsi giorni. "Il confronto con il CTS e le integrazioni ai protocolli di sicurezza potranno consentire, in zona gialla, la riapertura di teatri e cinema dal 27 marzo".

Il Dpcm su cui stanno lavorando Draghi e i suoi ministri porterà poche o nessuna novità sul fronte aperture: stando a quanto annunciato dal ministro Speranza, l'intenzione è quella di mantenere le chiusure per un altro mese, Pasqua compresa, anche per evitare che le festività pasquali diventino occasione di assembramento e si trasformino in un "liberi tutti".

Sarà obbligatorio tenere la mascherina - secondo il Comitato Tecnico Scientifico prima e l'associazione di categoria poi, dovrà essere l'ormai conosciuta Ffp2 - e verrà misurata la temperatura degli spettatori stessi che non dovrà superare i 37.5 gradi.

I biglietti saranno nominali per favorire il contact-tracing, con posti disposti a scacchiera.

Gli orari di proiezione cinematografica e degli spettacoli teatrali stessi dovranno tassativamente rispettare il coprifuoco serale delle ore 22.

In una lettera indirizzata al ministro, l'Atip sottolinea il bisogno di stabilire le difficoltà delle aziende private produttrici e organizzatrici degli spettacoli dal vivo, anche "in considerazione di un'emergenza sanitaria non ancora superata". Il politico ha infatti presentato un piano che possa permettere alle sale di tornare a lavorare in piena sicurezza.

Nata nel maggio dello scorso anno, l'Atip vede come nucleo fondatore 18 grandi teatri privati sparsi lungo tutta la Penisola ai quali si sono aggiunti numerosi teatri (al momento oltre 48) e molte realtà produttive.

Altre Notizie