Mercoledì, 23 Giugno, 2021

Diciassettenne picchiato a Colleferro, due sospettati sotto interrogatorio

Moreno Priola | 18 Aprile, 2021, 16:20

Da quanto se ne sa, il ragazzo, poco meno che diciottenne è stato malmenato per futili motivi da altri due ragazzi, anche loro appena maggiorenni, entrambi di Colleferro. Il sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, ancora profondamente sconvolto per quanto accaduto, invita i cittadini che hanno assistito all'aggressione di recarsi in caserma per testimoniare.

Un ragazzo di 17 anni è stato vittima di un pestaggio nel pomeriggio di ieri a Colleferro, cittadina in provincia di Roma già salita agli onori delle cronache per la morte di Willy Duarte Monteiro, il giovane ucciso in circostanze analoghe. I due sarebbero scappati dopo che il 17enne, sbattendo la testa contro un'auto in sosta, ha perso i sensi per alcuni minuti. "In passato ho difeso un amico da una presa in giro" avrebbe aggiunto e il pestaggio sarebbe stato una sorta di "vendetta" legata a quell'episodio.

Sono stati arrestati, intanto, dalla polizia con l'accusa di lesioni gravissime i due giovani fermati ieri sera perché sospettati del pestaggio.

La vittima, che ha riportato varie fratture alla mandibola, al naso ed una lacerazione del labbro, si trova in Ospedale ed al momento la prognosi è riservata. Una storia che sembra avere tante analogie con quella di Willy Monteiro Duarte. A quanto ricostruito dagli investigatori, avrebbero colpito il ragazzo a calci e pugni. La mamma del 17enne, ascoltata poco dopo, non avrebbe saputo ricostruire invece l'eventuale conoscenza pregressa tra suo figlio e i due arrestati.

Gli aggressori sono scappati a bordo di un'auto ma ci sarebbero due sospettati. "Non avrei mai pensato di riprovare certe sensazioni, di risentire un nodo alla gola così stretto". "Un ragazzo ferito nell'orgoglio che resisteva al dolore con atteggiamento stoico, che si sottoponeva al tampone nonostante il dolore che provava sul viso tumefatto". Immediato è stato l'intervento dei vigili urbani e della Polizia di Stato. Lo si apprende da fonti di polizia. Il giovane è stato trasportato in codice rosso in ospedale ma non sarebbe in pericolo di vita. "Basta violenze! Un plauso va alle Forze dell'ordine, alla polizia Locale e alla Procura di Velletri per aver prontamente individuato i responsabili dell'aggressione".

Altre Notizie