Пятница, 07 Мая, 2021

Cartelle esattoriali rinviate in extremis di un mese

Cartelle esattoriali senza proroga della sospensione da maggio partono 35 milioni di notifiche Parte il conto alla rovescia delle cartelle esattoriali, pignoramenti e pagamenti sospesi ma è possibile ...
Calogero Calderone | 01 Мая, 2021, 01:50

Il 30 aprile cadono le sospensioni confermate dal Decreto Sostegni ed il Governo non ha emanato un decreto bis per prorogare cartelle esattoriali e pagamenti.

Approvato ieri dal Consiglio dei Ministri il decreto Proroghe 2021 che rinvia la scadenza dei documenti d'identità, delle patenti di guida, dei permessi di soggiorno, dello smart working nella Pubblica Amministrazione, della Golden Power e di moltissime altre cose.

Nel testo manca però una disposizione sulle cartelle esattoriali, con l'Agenzia delle entrate pronta a riprendere l'attività di riscossione dei crediti vantati verso i contribuenti già a partire da domani 1 maggio 2021.

A richiedere una nuova rateizzazione entro il 31 dicembre 2021 senza saldare le rate scadute potranno essere coloro che hanno visto decadere i piani di dilazione in essere prima che cominciasse la pandemia.

È chiaro che sulle cartelle lo Stato non ha funzionato, uno Stato che ha permesso l'accumulo di milioni e milioni di cartelle che non si possono esigere: "bisogna cambiare qualcosa" ha spiegato Draghi.

Il nuovo stop alla riscossione delle cartelle esattoriali fino al 31 maggio 2021, congelerebbe per un altro mese anche i pignoramenti su stipendi e pensioni.

Dall'8 marzo 2020 erano stati sospesi tutti i pagamenti riguardanti le entrate tributarie, cartelle esattoriali, avvisi di addebito Inps e avvisi di accertamento esecutivo e la scadenza, prevista per il 30 aprile, è ormai alle porte. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze comunica che è in corso di definizione il provvedimento normativo che differirà il termine di sospensione delle attività di riscossione, fissato ora al 30 aprile 2021. Sono infatti circa 35 milioni gli atti rimasti congelati dall'inizio dell'emergenza Covid che ricominceranno ad essere inviate ai consumatori.

Altre Notizie