Среда, 27 Октября, 2021

Guerra in Bosnia: Ratko Mladic condannato all’ergastolo per genocidio

Mladic: la Bosnia divisa attende il verdetto finale Ergastolo per Ratko Mladic, il boia di Srebrenica
Calogero Calderone | 09 Июня, 2021, 06:48

26 anni dopo il massacro di Srebrenica - costato la vita a 8'000 uomini e ragazzini - il 78enne verrà giudicato in appello per i crimini di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità. In primo grado era stato condannato a 40 anni di carcere per crimini di guerra e per il genocidio dei musulmani bosniaci avvenuto tra il 1992 e il 1995. Nella Republika Srpska, a maggioranza di popolazione serba, si ripetono invece scene di giubilo e esaltazione per quello che è considerato un 'eroe', difensore del popolo serbo. Il leader serbo-bosniaco Milorad Dodik ha detto oggi che il tribunale dell'Aja non è luogo di giustizia, e le sue sentenze non hanno riappacificato i popoli della Bosnia-Erzegovina.

"Tutto ciò che rientra nel concetto di genocidio - ha commentato Halida Konjo-Uzunovic, presidente dell'associazione "Foca 92-95" - è stato commesso anche a Foca, o a Prijedor, e in altre città: stupri sistematici, provati grazie alle testimonianze di 16 donne coraggiose, campi di concentramento, persecuzioni, la distruzione di 17 moschee di Foca e la cancellazione di ogni traccia dell'esistenza dei bosgnacchi in questa città".

A pronunciarsi, durante il procedimento che si protrarrà per diverse ore, 10 giudici che valuteranno le diverse accuse e prove a carico dell'imputato.

La sentenza del Tribunale dell'Aja è definitiva, senza ulteriori possibilità di ricorsi.

Altre Notizie